Malesseri al centro commerciale,
due commesse al pronto soccorso.
L’ipotesi dello spray urticante

L'EPISODIO è avvenuto ieri pomeriggio in via Pizzardeto al confine fra Porto Recanati e Loreto. Oltre alle dipendenti anche alcuni clienti hanno avuto difficoltà respiratorie e irritazione agli occhi. Indagano i carabinieri

- caricamento letture

ambulanza-118-archivio-arkiv-72-e1566810485687di Laura Boccanera

Malori e difficoltà respiratorie all’interno del centro commerciale di via Pizzardeto, al confine fra Porto Recanati e Loreto. Due commesse soccorse e portate in ospedale per una sospetta inalazione di sostanze tossiche con prurito alla gola e pizzicore agli occhi. Sintomi lievi anche in molti clienti. All’origine probabilmente l’utilizzo di uno spray urticante.

E’ successo ieri nella struttura commerciale dove insistono i negozi Tigotà, Sapore di mare e altre catene commerciali. Le prime ad accusare sintomi di faringite e difficoltà respiratoria sono state due commesse, soccorse in ambulanza e condotte in ospedale dove le loro condizioni non si sono rivelate gravi e compatibili con l’inalazione di spray al peperoncino. Allo stesso modo anche alcuni clienti che si trovavano nei negozi hanno percepito fastidi, mal di gola e bruciori pur non essendo necessario l’intervento dei soccorsi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Osimo che stanno portando avanti le indagini per ricostruire quanto accaduto. L’ipotesi più plausibile è quella di un incauto maneggio da parte di qualcuno di spray urticante in uno dei negozi della struttura commerciale. Tutti i locali infatti condividono lo stesso sistema di condizionatori e non è pertanto escluso che lo spray si sia diffuso in tutto il centro commerciale attraverso i condizionatori di aereazione. Le indagini sono in corso.


(clicca per ascoltare la notizie in podcast)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X