Visso riapre i sentieri,
44 km per ripercorrere
i passi di antichi viandanti

NATURA - L'idea della consigliera Sara Rizzi: «Una convenzione tra il Comune il del Cai di Macerata ha permesso di ripristinare strade impraticabili». Quattro gli itinerari percorribili
- caricamento letture

sentiero-2-650x337

di Monia Orazi 

Riaperti intorno a Visso i sentieri anticamente percorsi dai pastori e dalle “strolleche”, le donne del popolo che gettavano uno sguardo sul futuro, “segnavano” il mal di denti, facendo previsioni su quel che doveva ancora accadere. Avevano necessità di salire in quota, non per danze esoteriche come tramandano le leggende su streghe e sibille, ma per trovare erbe, pietre per i loro rituali che risalivano alla notte dei tempi.

Sentiero-1

Si tratta di 44 km e mezzo di sentieri complessivi, di quattro percorsi con difficoltà diverse che permettono di partire direttamente dal paese e salire in alto, ammirandone gli scorci più belli, ripercorrendo i passi di antichi viandanti. Ad avere l’idea Sara Rizzi, consigliera comunale: «Un giorno ho pensato di fare una passeggiata lungo i sentieri, ma ho visto cartelli illeggibili, di fronte ad un bivio, non essendo esperta mi sono fermata. Ho pensato che a quasi sei anni dal terremoto fosse arrivato il momento di ripristinare gli antichi sentieri che circondano il borgo. In parte i percorsi erano impraticabili, in parte attraversavano zone rosse, mancava la segnaletica o non erano più tracciate. Tramite Emanuele Cecoli abbiamo deciso di rivolgerci al Cai di Macerata. E’ stata sottoscritta una convenzione tra il Comune di Visso e la sezione sentieri e cartografia del Cai di Macerata che con il progetto Azimut si è occupata della tracciatura, segnatura e manutenzione dei sentieri, ricerca di percorsi alternativi per aggirare le zone rosse, il tutto inserito nell’app Outdoor Active.

panoramaUn grazie al presidente Fabio Pasquali ed al vice presidente Roberto Onori e a tutti i componenti che hanno aiutato a riqualificare la rete degli antichi sentieri che circondano il borgo». Aggiunge Sara Rizzi: «Sono itinerari che regalano scorci incantevoli, boschi e valli nei quali ammirare una flora e una fauna ricca di specie, respirando aria pura in un silenzio rotto solo dal mormorio della natura o dal rumore delle acque che sgorgano fresche tra le rocce o dagli antichi abbeveratoi per greggi. L’idea è quella di valorizzare ancora di più il nostro territorio, la natura non ha avuto conseguenze dal terremoto, mettendo a disposizione itinerari per fruire delle bellezze paesaggistiche e naturalistiche, con escursioni giornate a tema ed eventi, in collaborazione con le associazioni».

L’idea di Sara Rizzi ha trovato man forte in un gruppo di vissani che si sono messi all’opera per ripulire e sistemare: Goffredo Armoni, Mauro Grelloni, Samuele Calabrò, Mauro Montebovi, Angelo Serfaustini, Roberto Remigi, Emanuele Cecoli, Giuseppe Riccioni, Francesco Tamburi, Gianni Poli, Fulvio Linari che durante passeggiate ed escursioni monitorano e puliscono i sentieri. E’ un lavoro appena iniziato, altri sentieri saranno tracciati e risistemati, per adesso si possono percorrere il Sentiero Natura, Visso Macereto, Fonte del Vinghetto Chiesa della Madonna di Cardosa, Visso Efra Torrone. Il Sentiero Natura si snoda dalla Vissana Salumi sale al convento dei frati, poi attraverso un percorso sterrato ad anello riconduce a Villa Sant’Antonio di Visso. Fonte del Vinghetto Cardosa è un percorso ad anello che si snoda da Visso alle pendici del monte, tra boschi e mulattiere, era il percorso dei pastori e che univa diversi appezzamenti di terra, vi transitavano asini per il trasporto di merci e legname e le pecore per raggiungere i pascoli. Tra Visso e Macereto si ripercorre l’antica strada che portava al santuario che si erge a mille metri di altezza, tra boschi e scorci con vista sulle montagne. Il sentiero Efra Torrone, salendo da Visso, arriva al monte Efra e al Monte Torrone da dove si può godere di una splendida vista del monte Bove e sullo sfondo il monte Vettore. Tutti gli antichi sentieri sono riportati nella sezione turismo del sito del Comune di Visso.

(Nelle foto del Sito Outdoor Active alcuni tratti dei sentieri)

Macereto



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =