Capponi nell’Anci Marche per il sisma,
il centrodestra attacca: «Incomprensibile,
Mancinelli riveda la scelta»

I COORDINATORI provinciali di Lega, FdI, Forza Italia e Udc criticano la decisione della presidente dell'Associazione Comuni che ha scelto il sindaco di Treia per la cabina di regia sulla ricostruzione: «C'è la quasi totale opposizione nelle aree interessate al terremoto». Soddisfatto invece il presidente dell’Unione Montana Potenza Esino Musone di San Severino Matteo Cicconi
- caricamento letture

Il-sindaco-Franco-Capponi

Franco Capponi

 

«Con tutto il rispetto e la considerazione che meritano la presidente dell’Anci Marche e il sindaco di Treia, ci risulta veramente difficile comprendere come abbia potuto Valeria Mancinelli nominare Franco Capponi quale rappresentante Anci Marche alla cabina di regia della ricostruzione post sisma». Con queste parole i coordinatori provinciali di Lega (Luca Buldorini), FdI (Massimo Belvederesi), Forza Italia (Riccardo Sacchi) e Udc (Luca Marconi) criticano la scelta della presidente di Anci che coinvolge il primo cittadino treiese.

«Non riusciamo a capire perché Treia e non Arquata del Tronto il cui sindaco era stato già proposto proprio perché ci rappresenta tutti, come primo cittadino della città simbolo nelle Marche della grande tragedia del 2016 – aggiungono i partiti del centrodestra – Ci sfuggono le logiche e non ne vogliamo certo fare una questione personale ne partitica, ma ci sembra di evidente buon senso che la nomina debba cadere in capo ad amministratore capace certamente, ma che abbia anche avuto a che fare con le peggiori condizioni gestionali e ricostruttive del dopo sisma. Confidiamo nell’intelligenza e nella capacità autocritica della sindaca Mancinelli che vorrà certamente rivedere questa decisione, considerata anche la quasi totale opposizione che questa scelta sta trovando nelle aree interessate al terremoto. La democrazia prima di tutto, la possibilità di una scelta almeno preventivamente condivisa sono le condizioni minime per una convivenza civile che la politica per prima deve saper testimoniare, soprattutto in un tema come quello del terremoto dove fazioni e ragioni municipali – concludono – devono essere superate a favore di una vera e autentica visione di bene comune».

Plaude invece alla scelte il presidente dell’Unione Montana Potenza Esino Musone di San Severino Matteo Cicconi.  «Formulo i migliori auguri a Capponi, sindaco di uno dei Comuni della nostra Unione, amministratore attento e corretto di uno dei centri colpiti dal terremoto – commenta Cicconi – La ritengo una figura super partes che ha già dato molto, avendo anche coordinato la commissione Anci terremoto, e che sicuramente, visto l’alto rilievo professionale, può contribuire alla gestione di questioni molto sentite dai territori e dalla popolazione. Sicuramente il suo nome non è legato a scelte politiche ma premia competenze e impegno».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =