Il Giro d’Italia a Montefano
61 anni dopo, la sindaca:
«Spettacolo memorabile»

CORSA - La soddisfazione di Angela Barbieri e l'entusiasmo della cittadinanza per il passaggio della carovana rosa
- caricamento letture
La-Giunta-in-Rosa

La Giunta in Rosa

 

Il Giro d’Italia è passato a Montefano sessantuno anni dopo l’ultima volta. Tanti cittadini, le associazioni, i commercianti, i gruppi sportivi, le scuole di ogni ordine e grado hanno unito gli sforzi per rendere uno splendido lungo saluto alla carovana rosa.

Il-pubblico-del-GiroDa settimane la cittadina stava organizzando l’evento in maniera certosina ma gli ultimi giorni – come spesso accade – sono stati quelli più intensi, i più importanti, quelli che hanno permesso di accogliere il Giro nel migliore dei modi.

«Ringraziamo la Protezione Civile, l’Anc Montefano, la nostra Pro Loco, Ssd Montefano Calcio, le scuole, i commercianti, il Cosmari, le Anc e i Comuni limitrofi che hanno messo a disposizione il loro personale e i tanti cittadini che in maniera totalmente spontanea hanno risposto con prontezza, hanno abbellito le vie, gli angoli che donano unicità ai piccoli Borghi come il nostro, grazie a tutti gli Uffici comunali, ai nostri operai e alla Polizia municipale che hanno lavorato insieme per garantire sicurezza e le migliori condizioni possibili» le parole dell’Assessore Massimo Sparapani, alle quali si unisce tutta l’Amministrazione Comunale, fiera e soddisfatta del risultato.

Larrivo-dei-ciclisti-a-MontefanoLa sindaca Angela Barbieri: «Il pubblico ha potuto godere di uno spettacolo d’altri tempi, sensazioni che ricorderemo per sempre, del resto era dal 1961 che il Giro d’Italia non passava per il nostro paese. Questa manifestazione ci ha insegnato qualcosa, e ce l’ha insegnato profondamente, in maniera inequivocabile, emozionante ed indelebile. Le campane che hanno suonato a festa annunciando l’arrivo degli atleti che si apprestavano a salire verso Piazza Bracaccini, il Rosa ovunque, i fiori, le bandierine, i palloncini, i bambini sorridenti, momenti indescrivibili. Questa esperienza ci ha ricordato che cosa significa fare fronte comune, ci ha indicato la via, sottolineato in maniera netta che un paese, ancorché di piccole dimensioni come il nostro, può esprimersi ad alti livelli e può confrontarsi con realtà molto più grandi e più importanti».

 

La carovana rosa a Civitanova (Foto/Video)

L’onda rosa del Giro travolge Jesi Tappa nel segno di Michele Scarponi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =