Festival Storie, Ciufoli
in scena a Penna San Giovanni

SPETTACOLO - Con “Tipi”, in programma domani alle 21,30, l'attore inaugura la kermesse che unisce otto comuni tra cui Monte San Martino e Sant'Angelo in Pontano. L’assessore Giorgia Latini: «Sviluppo del teatro al servizio della comunità»
- caricamento letture

 

Roberto-Ciufoli-2-325x213

Roberto Ciufoli

Si inaugura il secondo Festival Storie. Otto borghi marchigiani ripartono concretamente dalla cultura dopo il sisma del 2016 e dopo due anni di pandemia da covid. L’inaugurazione ci sarà sabato 7 maggio, alle 21,30, al teatro comunale di Penna San Giovanni con l’attore Roberto Ciufoli che metterà in scena “Tipi”, monologo divertente già campione d’incassi in tutta la penisola.

Il Festival Storie, coordinato dal direttore artistico Manu Latini, unisce due province: ai 5 Comuni fondatori del Fermano (Belmonte Piceno, Montappone, Montefalcone Appennino, Santa Vittoria in Matenano e Servigliano), quest’anno si sono aggiunti tre gonfaloni del versante del Maceratese (Monte San Martino, Penna San Giovanni e Sant’Angelo in Pontano). Una rete partita da basso che coinvolge le Province di Fermo e Macerata, le Unioni Montane dei Monti Azzurri e dei Sibillini, i Sistemi turistici Marca Maceratese e Marca Fermana, la Fondazione Cassa di Risparmio di Macerata, la Fondazione Carifermo, la Bcc Banca del Piceno, il Rotary Club Alto Fermano Sibillini.

Festival-Storie_Sindaci-con-Giorgia-Latini_29.04.22-325x205Il 29 aprile appena trascorso i sindaci e gli organizzatori del Festival hanno incontrato Giorgia Latini, assessore regionale alla cultura, e la stretta di mano è stata importante. La stessa Latini sui suoi profili social scrive: «Torna il Festival Storie! Ho incontrato i rappresentanti dei Comuni delle Province di Fermo e Macerata al centro della manifestazione: 24 eventi culturali da maggio a dicembre 2022. Questa rete di Comuni è in linea con la visione regionale dello sviluppo del teatro al servizio delle comunità. Vogliamo ridare centralità a questi luoghi di cultura e socialità, per farli vivere e rivivere». Proprio la settimana scorsa la Regione Marche ha firmato il protocollo a beneficio di 62 teatri storici finalizzato ad ottenere il riconoscimento di patrimonio dell’Unesco.

«Il Festival Storie è un atto d’amore verso il nostro territorio. Ripartire dopo due anni di emergenza covid non è stato facile e non era scontato. Farlo in questa modo è davvero stupendo». Manu Latini, direttore artistico del Festival Storie, è pronto a tagliare il nastro e la sua soddisfazione traspare senza fatica. Un grande lavoro dietro le quinte, quello dell’associazione culturale Progetto Musical. Il Festival Storie è un contenitore di 24 appuntamenti culturali (tre per ciascun Comune) che si snoderanno in sette mesi dal 7 maggio al 4 dicembre. Teatro, prosa, musica, racconti, storie: una carrellata di personaggi uniti tra loro dalla voglia di raccontare e raccontarsi. Sedici appuntamenti sono a pagamento (biglietti: 12 euro intero; 8 euro ridotto); gli altri 8 sono ad ingresso libero (consigliata prenotazione). Per informazioni: 339.3706029 (segreteria), 0734.632800 (BB biglietteria), 0734.710026 (Marche Eventi). Per garantirsi il posto a tutti gli spettacoli a pagamento sono in vendita 100 abbonamenti al prezzo vantaggioso di 99 euro (intero) e 60 euro (ridotto under 14). E in questo caso si va verso il sold out: grande la risposta di pubblico.

E veniamo allo spettacolo che inaugura il cartellone. “Tipi”, spettacolo di e con Roberto Ciufoli, è una carrellata di tipologie umane, un esilarante percorso che spazia dallo sportivo all’indeciso, dal timido al supereroe e al danzatore, mostrando come una particolare caratteristica psicologica condizioni un atteggiamento fisico, un modo di parlare e di scegliere le parole. Si ride di noi, di questa nostra umanità così fortemente spaesata e confusa con monologhi, poesie, sketch e balli che rendono lo spettacolo un vero multi-one-man-show.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X