Fuga spericolata per evitare i carabinieri,
trovato con cocaina e hashish: arrestato

SAN SEVERINO - In manette un 39enne che ieri pomeriggio ha cercato di evitare un controllo. Questa mattina ha patteggiato 8 mesi al tribunale di Macerata ed è tornato libero
- caricamento letture
arresto-donati-san-severino-hashish-cocaina

La droga sequestrata dai carabinieri

 

di Gianluca Ginella

Tenta la fuga, ferisce un carabiniere, viene fermato e trovato con 10 grammi di cocaina, e circa 24 grammi di hashish (in parte a casa): in manette un 39enne di San Severino, Enrico Donati. L’uomo, disoccupato, è stato fermato nel corso di un controllo dei carabinieri del comando di San Severino, ieri pomeriggio. I militari avevano il sospetto che il 39enne fosse coinvolto nello spaccio di droga in città e hanno deciso di tenerlo d’occhio. Poi ieri pomeriggio lo hanno fermato mentre era in auto. Prima l’uomo ha accostato e ha aperto la portiera. Poi, quando ha visto i militari scendere dall’auto ha riacceso il motore ed è partito a tutto gas. I carabinieri lo hanno inseguito. Il 39enne per seminare la gazzella ha percorso le vie del centro a forte velocità. Nel corso della fuga ha anche gettato la droga che aveva in auto dal finestrino (stupefacente poi recuperato dai militari).

dionisi-e-fabrizio-giustozzi

Gli avvocati Fabrizio Giustozzi e Olindo Dionisi

A inseguire il 39enne è arrivata anche una seconda vettura. Alla fine Donati ha commesso un errore imboccando una strada senza uscita. Ma non è finita lì. Il 39enne è sceso dall’auto e ha cercato di proseguire la fuga a piedi. Per farlo ha fronteggiato un carabiniere facendolo cadere a terra (il militare ha riportato ferite alal mano con prognosi di 3 giorni). Alla fine l’uomo è stato fermato e perquisito. Nella tasca del giubbotto aveva 6 grammi di hashish. Oltre a questi i carabinieri hanno recuperato 10 grammi di cocaina che il giovane aveva buttato dal finestrino dell’auto. I carabinieri hanno poi perquisito la casa dove vive il 39enne. Lì sono stati trovati 2 grammi di hashish sulla scrivania della sua camera, altri 18 grammi di hashish sono stati trovati in un cassetto e in uno sportellino della scrivania.

Dopo l’arresto, per spaccio, resistenza e lesioni ad un carabiniere, questa mattina si è svolta la direttissima al tribunale di Macerata davanti al giudice Francesca Preziosi. L’arresto è stato convalidato. Donati, che si è avvalso della facoltà di non rispondere, ha poi patteggiato 8 mesi, pena sospesa. Il 39enne è assistito dagli avvocati Olindo Dionisi e Fabrizio Giustozzi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X