Investimento mortale al Convitto,
una testimone: «E’ stata un’auto»
Ma non combacia con le indagini

MACERATA - La procura sta svolgendo accertamenti per ricostruire la morte di Federica Ciuffetti. Una donna ha detto di aver assistito all'accaduto e solo ora si è fatta avanti. Il pm la sentirà e ha disposto accertamenti per stabilire se fosse in zona la mattina dell'incidente
- caricamento letture

 

Mortale_Convitto_FF-3_censored-650x433

Il luogo dell’incidente

 

«Ho visto l’investimento, è stata un’auto nera che poi si è allontanata», questo in sintesi, quanto ha riferito una presunta testimone oculare dell’incidente in cui è morta, lo scorso 20 luglio a Macerata, Federica Ciuffetti, 46 anni. La testimone è una donna che vive nella zona del Convitto di Macerata, dove è avvenuto l’incidente.

federica-ciuffetti-2-650x638

Federica Ciuffetti

La donna alcuni giorni fa ha avvicinato la polizia locale mentre era in corso un sopralluogo disposto dal pm Enrico Riccioni per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente. Una ricostruzione che è stata svolta anche in 3D e da cui sono emersi elementi che hanno consentito di stabilire quanto accaduto, tra questi ad esempio è stata misurata, in base alla velocità della camminata, la posizione in cui si sarebbe dovuta trovare la donna al momento dell’incidente. E questo combacia con il momento in cui è passato il pullman della Contram. Tra l’altro si nota anche un movimento del bus, un sobbalzo, quando il mezzo ha investito la donna e sul corpo ci sono tracce di uno pneumatico compatibile con le dimensioni di quelli montati sugli autobus. Conclusioni ritenute lineari, con cui contrasta quanto ha affermato una donna che dice che quella mattina ha visto l’investimento e che a travolgere la dipendente della Provincia sarebbe stata un’auto nera che poi si è allontanata senza fermarsi. Il magistrato ha disposto accertamenti per stabilire innanzitutto se la donna fosse effettivamente nella zona la mattina dell’investimento e all’orario in cui è avvenuto. Lo stesso pm poi si occuperà di sentire la presunta testimone.

L’investimento di Federica Ciuffetti è avvenuto alle 8 del mattino. La dipendente della Provincia stava attraversando sulle strisce pedonali che si trovano davanti al Convitto e stava per imboccare il tunnel che porta in centro storico quando un autobus della Contram l’ha travolta. Il conducente non si è accorto dell’incidente, come ha in seguito riferito, ed ha proseguito la corsa.

(Gian. Gin.)

Federica uccisa dal bus, simulazione sul posto e in 3D: così si cerca la verità sull’incidente

Tutto l’amore di Paolo per Federica «Eri qualcosa di unico per me Il destino è stato crudele»

La dinamica della morte di Federica: caduta in avanti dopo l’urto del bus Sotto il mezzo trovate delle tracce

Investimento mortale, l’autista: «non ho visto» Sul bus viaggiavano tre passeggeri Indagine per omicidio stradale

Investita e uccisa da un bus, il dolore dei colleghi in Provincia: «Federica sempre gentile e sorridente»

Investita davanti al Convitto, muore una 46enne Trovato il veicolo coinvolto: è un bus



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X