“Tommaso da Tolentino
e i Francescani nelle Marche”,
convegno al teatro Vaccaj

L'APPUNTAMENTO in programma sabato 23 ottobre, in occasione dei settecento anni della morte del Beato
- caricamento letture

 

 

La-presentazione-del-libro-sul-Beato-Tommaso

La presentazione del libro sul Beato Tommaso

 

Il Comitato per le celebrazioni in memoria del Beato Tommaso da Tolentino, presieduto da Franco Casadidio, nel settecentesimo anniversario della morte, con il patrocinio del Consiglio Regionale, Assemblea Legislativa delle Marche, propone il convegno: “Tommaso da Tolentino e i Francescani nelle Marche, dai primi insediamenti alle missioni in Oriente”.

Loratorio-sul-Beato-Tommaso-ad-Abbadia-di-Fiastra

L’oratorio sul Beato Tommaso ad Abbadia di Fiastra

Una intera giornata di studio a cui interverranno numerosi ed esperti relatori, si svolgerà sabato 23 ottobre al teatro Nicola Vaccaj di Tolentino, a conclusione di un anno fitto di un ricco programma religioso e civile, tra cui spicca la presentazione del libro, sostenuto anche dal Comune di Tolentino, “Tommaso da Tolentino, storia di un francescano”, scritto da Paolo Cicconofri e Carlo Vurachi e dal tolentinate Casadidio, edito da La Terra dei Fioretti del presidente Padre Ferdinando Campana. Per il comitato per le celebrazioni in memoria del Beato Tommaso da Tolentino, è una tappa fondamentale della sua stessa costituzione. Nato per la divulgazione della conoscenza, la conservazione ed il rinnovamento della memoria del beato Tommaso da Tolentino, il comitato organizza attività a carattere divulgativo, educativo, celebrativo e di promozione sociale. L’accesso al convegno è gratuito e consentito con il green pass. Tommaso fu un frate minore, un missionario che in nome della povertà francescana e della applicazione rigorosa della regola, che gli costò anche 10 anni di carcere, fu trucidato in India da infedele il 9 aprile del 1321. Comprensivo e molto conciliante, resta attuale il suo messaggio che parla di convivenza tra le diversità ma anche di coraggio a non arrendersi davanti ad ordini precostituiti e poi ancora di crescita umana. Il culto di Tommaso è ancora molto presente in India. Il convegno di sabato prossimo riveste una singolare importanza per indagare le affascinanti vicende di frate Tommaso nella vivace Tolentino della seconda metà del Milleduecento e nella crescente importanza della Marca medievale. Il convegno si aprirà al mattino con i saluti istituzionali delle autorità laiche e religiose, moderati dalla giornalista Barbara Olmai. Seguiranno alle 10 la prolusione di Roberto Lambertini, docente di Storia medievale e Storia del pensiero politico medievale all’università di Macerata, presidente della prima sessione del convegno. Francesca Bartolacci, dell’università di Macerata, relazionerà su “I primi insediamenti francescani maschili e femminili nelle Marche”.

Il-busto-in-argento-del-Beato-Tommaso-da-Tolentino

Il busto in argento del Beato Tommaso da Tolentino

Molto prestigiosa anche la presenza di monsignor Felice Accrocca, Arcivescovo Metropolita di Benevento, membro della Congregazione delle Cause dei Santi, che parlerà di ” Tommaso da Tolentino e i francescani spirituali nelle opere di fr. Angelo Clareno”. Spetterà ad Alfonso Marini, dell’università La Sapienza di Roma, parlare di “Pietro di Giovanni Olivi ed i rapporti con i francescani spirituali delle Marche”. Luciano Bertazzo, del Centro Studi Antoniani di Padova, Frate minore conventuale, terrà la relazione su “Le prime missioni francescane in Oriente ed il viaggio di fr. Odorico da Pordenone”. Spetterà a Paolo Cicconofri, autore del libro sul Beato Tommaso, portare la sua testimonianza su “Odorico da Pordenone: il viaggio, i martiri di Thane, l’ordine dei frati Minori “. Nel pomeriggio, dopo la visione di un cortometraggio realizzato da Stefano Lucinato, su immagini e testi tratti dal libro “Tommaso da Tolentino storia di un francescano”, alle 15,15 si aprirà la seconda sessione dei lavori, introdotta dal presidente, Alfonso Marini. Di seguito Francesco Carta terrà la relazione su “La morte di Tommaso e compagni. Modelli agiografici e concezioni del martirio. Spetterà a Paolo Carlo Vurachi, autore del libro sul Beato Tommaso, parlare de ” Il martirio di Tommaso da Tolentino e la costruzione della memoria francescana in India”. Il noto esperto di storia locale, Giorgio Semmoloni, presenterà “L’origine del culto del beato Tommaso e il rinvenimento dell’antico reliquiario ligneo”. Sarà poi Matteo Mazzalupi a parlare de “Tolentino 1461: il Polittico di Giovanni Boccati per il Beato Tommaso”. Le conclusioni saranno a cura di Padre Simone Giampieri, Provinciale dei Frati Minori, con una relazione su “San Giacomo della Marca”.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X