Overtime a passo di danza
con Maccio Capatonda, Pardo e Ardemagni

MACERATA - Il comico, il conduttore radiofonico e il giornalista sono stati protagonisti al cinema Italia con un travolgente mix di ironia, improvvisazione e spettacolo
- caricamento letture
Capatonda-Ardemagni-Pardo_3-650x433

Maccio Capatonda, Marco Ardemagni e Pierluigi Pardo sul palco di Overtime

 

Sale la febbre del sabato sera al cinema Italia, dove ieri il festival nazionale del racconto e dell’etica sportiva è sceso in campo con un’inedita coppia d’assi, composta da un amico di vecchia data di Overtime e uno degli ospiti più attesi della cinque giorni all’insegna di sport e cultura.

Capatonda-Ardemagni-Pardo_4-325x217In compagnia di Marco Ardemagni, chiamato a scandire il ritmo frenetico della chiacchierata, Pierluigi Pardo e Maccio Capatonda, al secolo Marcello Macchia, hanno incantato una platea da tutto esaurito con un travolgente mix di ironia, improvvisazione e spettacolo, con il verde di Overtime – sinonimo di sostenibilità e attività all’aria aperta – e i grandi cavalli di battaglia del comico abruzzese a fare da ideale filo conduttore tra una risata e l’altra. Tra tormentoni e nomi di fantasia, Maccio Capatonda ha ripercorso le sue disavventure in ambito sportivo condividendo con il pubblico maceratese le sue tre grandi passioni: il golf, il calcio e la danza. Da grande fan di Michael Jackson, Capatonda ha colto l’occasione per svestire i panni dell’attore comico ed esibirsi in un moonwalk da lasciare a bocca aperta, con Pardo e Ardemagni a dargli manforte su un palco verde decisamente rivisitato in chiave dance. Spaziando da un tema all’altro con straordinaria disinvoltura, a partire dai primi sfortunati passi di Capatonda nel mondo del calcio nella sua Chieti fino ad arrivare al cibo e al rapporto con la sua terra d’origine, i tre “tenori” di Overtime hanno strappato applausi a scena aperta nel corso di una delle serate di punta di una rassegna che, dopo una settimana di incontri, dibattiti e presentazioni, è già proiettata al 2022. «Un’edizione meravigliosa – commenta Michele Spagnuolo, direttore del festival – che nonostante le condizioni metereologiche avverse ha saputo fin qui regalare grandissime soddisfazioni a noi organizzatori e ai nostri ospiti. La risposta del pubblico è stata fantastica, siamo orgogliosi e felici di poter riabbracciare ancora una volta gli amici che ogni anno tornano a trovarci e a farci compagnia».

Federico Buffa a colori per Overtime: dall’oro azzurro al giallo Super Lega «La Uefa ha solo vinto Gara1»

Capatonda-Ardemagni-Pardo_2-650x433

Capatonda-Ardemagni-Pardo_1-650x433



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X