Covid, l’ex Malattie infettive chiusa
dopo appena cinque giorni

MACERATA - La palazzina era stata riaperta lunedì per ospitare pazienti per cure a bassa intensità con dieci posti letto. La dirigenza dell'Area Vasta 3 aveva spiegato che sarebbe rimasta in funzione fino a fine ottobre, poi si sarebbero dovuti fare dei lavori. Ora la decisione improvvisa, le persone ricoverate saranno trasferite in una struttura privata. L'assessore Saltamartini: «Nessuna stranezza, il reparto era stato riaperto per rispondere alle esigenze manifestate dai Pronto soccorso, che ora sono cessate»
- caricamento letture

 

 

MalattieInfettive_FF-3-325x217

La palazzina ex Malattie infettive di Macerata

 

di Luca Patrassi

Il tempo di scrivere che si riapre, pochi giorni ed arriva il contrordine. Si richiudono le porte nella ex palazzina Malattie Infettive di Macerata  che da lunedì scorso era tornata ad ospitare pazienti Covid, dieci posti letto per cure a bassa intensità. La situazione dei contagi e dei ricoveri nel Maceratese aveva suggerito il ripristino di quel reparto. Ora improvvisamente il nuovo cambio di rotta e trasferimento dei ricoverati in una struttura privata, sembra in quella fermana di Campofilone. La dirigenza di Area Vasta 3 aveva detto che la riapertura della palazzina ex Malattie Infettive era una soluzione tampone per rispondere alla nuova ondata di contagi e che comunque entro fine ottobre si sarebbe dovuto chiudere per dei lavori programmati. Ora la direttrice dell’Area Vasta 3 Daniela Corsi si limita a confermare le indiscrezioni che sono filtrate ed aggiunge che la decisione si è resa necessaria per via che i lavori vanno fatti subito. Una chiusura che sta suscitando più di una perplessità: il reparto era stato riaperto lunedì e per richiuderlo immediatamente devono essere insorti problemi improvvisi. Possibile anche che il trasferimento dei pazienti in una struttura privata fermana serva ad alleggerire il carico di lavoro sui reparti ospedalieri maceratesi, già sottoposti a dura prova: peraltro la carenza di personale è evidente da tempo ed è stata acuita dai problemi creati dall’ondata pandemica. Ora appunto la decisione della direzione dell’Av3  di chiudere un reparto appena riaperto motivando la scelta con l’esigenza di dar corso ai lavori programmati ma che erano stati annunciati in partenza ad ottobre. A spiegare la situazione l’assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini: «Nessuna stranezza – assicura – gli otto pazienti ricoverati verranno trasferiti in strutture idonee ad ospitare la continuazione del loro percorso di cura. Il reparto era stato per rispondere alle esigenze manifestate dai Pronto soccorso ed ora che quelle esigenze sono cessate. Speriamo di fare i lavori necessari in tempo utile per i finanziamenti europei.»

Riaperta l’ex Malattie infettive a Macerata, nove i pazienti Covid ricoverati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X