Tolta la targa dell’ex liceo Da Vinci
«Luogo di memoria che sarà riqualificato»

CIVITANOVA - Cerimonia a Fontespina, anche ex studenti questa mattina, col sindaco Fabrizio Ciarapica, il presidente della Provincia Antonio Pettinari e le delegate della scuola, per il distacco del marmo. Da lunedì l'edificio costruito negli anni '60 verrà abbattuto. Al suo posto verde e spazi commerciali. Il primo cittadino: «Vogliamo guardare al futuro ma senza cancellare i ricordi»
- caricamento letture
liceo-scientifico-da-vinci-targa

La targa distaccata dall’edificio dell’ex liceo di Civitanova

 

di Laura Boccanera

Commozione e ricordi questa mattina per il distacco della targa dell’ex liceo scientifico di Civitanova. Quel marmo, divenuto lapide di una struttura caduta in abbandono dopo lo spostamento della scuola tornerà come cimelio nell’attuale sede di via Mandela a serbare la memoria di intere generazioni di liceali.

ex-liceo-scientifico-civitanova

Il sindaco Fabrizio Ciarapica con il presidente della provincia Antonio Pettinari e le referenti della vicepresidenza del Liceo

C’erano anche molti ex studenti questa mattina nel piazzale che negli anni aveva ospitato proteste e manifestazioni, sport e storie di amicizia e amori nati fra i banchi. Alla presenza del sindaco Fabrizio Ciarapica, del presidente della Provincia Antonio Pettinari, delle delegate del liceo Manuela Boccaccini e Catiuscia Stizza gli operai arrivati per cominciare la demolizione dell’edificio hanno staccato la targa storica. Un momento toccante per i partecipanti, gran parte dei quali in questo istituto hanno conseguito il diploma superiore. «Questo luogo è pieno di significati e insieme di memoria – ha detto il sindaco Fabrizio Ciarapica durante la cerimonia – dal 1965 al 2006, per 41 anni, questo liceo ha rappresentato un grande punto di riferimento per diverse generazione che attraverso lo studio, gli insegnamenti ricevuti e la socializzazione, hanno fatto diventare migliori centinaia di migliaia di civitanovesi e non solo. Ragazzi cresciuti qui pieni di speranza e di futuro negli anni più importanti della formazione dai 14 ai 19 anni. Tantissimi giovani che hanno intrapreso bellissime carriere nella vita e sono diventati bravissimi cittadini e cittadine e che hanno tenuto e tengono alta la bandiera di Civitanova in Italia e ho saputo anche nel mondo, perché da qui sono uscite bellissime teste ed eccellenze. Oggi è un giorno per certi versi triste perché si chiude una stagione e questo stabile che ha ospitato i “palafitticoli” come venivano chiamati i giovani che venivano qui a scuola per via della forma architettonica della struttura, fra due giorni verrà abbattuto. Tuttavia lo stato di degrado era per la nostra città una ferita. Vogliamo guardare al futuro – ha proseguito Ciarapica – ma non vogliamo cancellare i ricordi e il passato che questa struttura rappresenta, perché la targa che oggi staccheremo da qui verrà conservata nel nuovo plesso liceale di via Mandela. Questa zona cambierà sicuramente e riqualificherà non solo questo quartiere ma l’intera città». civitanova-liceo-scientifico-7-325x244Il presidente della Provincia di Macerata Antonio Pettinari ha ricordato il lungo e travagliato iter durato anni per la vendita e illustrato come avverrà la riqualificazione dell’area: «E’ stata un’operazione lunga quella che ci ha portato oggi qui, fin da quando ho avuto incarichi ai lavori pubblici in Provincia, già dagli anni ’90 avevo lo storico preside Sandro Marcelli che veniva a sollecitarmi perché avviassi opere di risistemazioni e ampliamento perché sempre più studenti decidevano di iscriversi a questo liceo, come peraltro succedeva in tutta Italia. In quegli anni, infatti, abbiamo realizzato 5 aule in più e un pallone che serviva per il laboratorio di sperimentazione. In quegli anni si stava costruendo anche la nuova struttura della Ragioneria di Civitanova e Marcelli incalzava sempre per costruire un nuovo liceo, cosa che effettivamente avvenne, perché nel 2006 si è arrivati al compimento del nuovo plesso di via Mandela. Si è deciso di non impegnare questa area con 26 mila metri cubi di costruzione residenziale e di non realizzare un’operazione prettamente commerciale che avrebbe portato alle casse molti soldi in più. La vendita al privato che ora ha acquisito l’area ha reso 1 milione e 700 mila euro, cifra inferiore a quanto avremmo potuto realizzare col residenziale. La zona verrà riqualificata con un’area verde e soprattutto con una nuova viabilità che è fondamentale perché si innesta sulla statale 16, che è un’arteria molto importante e creare servizi per la cittadinanza. Per questo devo dare atto all’impegno della giunta Ciarapica che non ha voluto stravolgere questo piano, che era stato condiviso peraltro anche dalla precedente, anzi, ci ha favorito in questo passaggio. Ci sono stati ben tre tentativi di gara andate deserte, ma tutti noi eravamo consapevoli che dovevamo avere una visione».  Da lunedì inizieranno i lavori di demolizione della struttura, che non è più in uso da circa 15 anni.

 

 

civitanova-liceo-scientifico-8

civitanova-liceo-scientifico-6

civitanova-liceo-scientifico-5

civitanova-liceo-scientifico-4-rotated

civitanova-liceo-scientifico-3-rotated

targa-ex-liceo

Manuela Boccaccini e Catiuscia Stizza dello staff di vicepresidenza del Liceo Da Vinci di Civitanova

civitanova-liceo-scientifico-1

Ex liceo Da Vinci, demolizione al via: la targa sarà salvata

L’ex liceo Scientifico comprato da Gross Invest, società dei market “Sì con te”

Ex liceo a Fontespina, firmato l’accordo: immobile venduto a 1,7 milioni Previste aree commerciali e direzionali

Area ex liceo, c’è l’accordo per la riqualificazione

Accordo Comune-Provincia: 2.500 metri quadri di commerciale nell’area dell’ex liceo a Fontespina

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X