Covid, addio a Federico Soverchia:
imprenditore del marmo

SAN SEVERINO - Aveva 91 anni ed era ricoverato a Macerata dopo aver contratto il Coronavirus, con i fratelli aveva fatto crescere l'omonima industria fondato nel 1941. Lascia la moglie Vera, i figli Fabrizio, Mariella e Paola. I funerali saranno celebrati oggi alle 15 nella chiesa di Santa Maria della Pieve
- caricamento letture
federico-soverchia-e1613814371358-325x283

Federico Soverchia

 

La famiglia Soverchia è in lutto per la scomparsa di Federico, deceduto all’ospedale di Macerata a causa del Covid-19. Aveva 91 anni, e insieme ai suoi fratelli Gualtiero e Vittorio aveva preso in mano e fatto crescere l’omonima industria di lavorazione dei marmi fondata dal cavalier Giovanni nel lontano 1941 a San Severino. Federico è stato a lungo un caposaldo dell’azienda settempedana. Gli sono sempre appartenuti i valori dell’onestà e della serietà, così come la dedizione per il lavoro e la famiglia. La stessa industria “Soverchia Marmi” si è stretta attorno ai familiari partecipando al loro dolore con tutti i dipendenti e collaboratori. Lascia la moglie Vera, i figli Fabrizio, Mariella e Paola. I funerali saranno celebrati oggi alle 15 nella chiesa di Santa Maria della Pieve al rione Settempeda.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X