Mercato sotto la lente dell’assessore:
«Eravamo pronti a sospenderlo
in caso di assembramenti»

CIVITANOVA - Tra le bancarelle questa mattina c'era anche Francesco Caldaroni, new entry in giunta con delega al commercio. In vista del Natale ha annunciato aiuti alle famiglie in difficoltà: «Ogni peschereccio donerà una cassa di pesce»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
mercato-covid-civitanova

Il mercato questa mattina con le nuove prescrizioni

 

di Laura Boccanera

Mercato settimanale, a Civitanova potenziati i controlli, transenne per delimitare gli spazi. Si è svolto regolarmente, con qualche accortezza in più il mercato del sabato dopo l’ordinanza regionale. A Civitanova poche le novità rispetto alle settimane scorse dove in pratica sono stati messi in pratica gli stessi accorgimenti in vigore dal dopo lockdown.

caldaroni-francesco

L’assessore Francesco Caldaroni

Vero è che in estate le maglie si erano un po’ allargate rispetto all’osservanza del metro di distanza dalla bancarella, presenza di igienizzanti e transennamento dell’area del mercato. Questa mattina invece in alcuni punti sono ricomparse le transenne con l’avvertenza di indossare sempre la mascherina e di rispettare il distanziamento. A controllare e richiamare eventualmente clienti e ambulanti la polizia municipale supportata dagli uomini dell’Associazione nazionale carabinieri. La presenza di passeggio da quando le Marche sono in zona arancione è comunque diminuito. Questa mattina a supervisionare che tutto fosse in ordine anche il neo assessore Francesco Caldaroni: «ho voluto verificare di persona, abbiamo anche ispezionato le bancarelle dell’usato dal momento che l’ordinanza in vigore vieta questo tipo di prodotti, controllato distanze e presenze. Le presenze coi bar chiusi sono molto ridotte, ho voluto verificare perché qualora non vi fossero condizioni di sicurezza col rischio di assembramenti avremmo sospeso il mercato». In vista del Natale però ci si organizza al meglio, sperando che il 3 dicembre possa portare ad un allentamento delle misure: «ho incontrato l’associazione Centriamo che ha espresso la volontà di addobbare e decorare il centro con alcuni alberelli come fatto lo scorso anno. Abbiamo dato la disponibilità a sospendere i costi di occupazione di suolo pubblico per questa iniziativa. L’assessorato al commercio resta a disposizione anche di altre associazioni, categorie o commercianti che vogliano presentare progetti simili, penso ad altre vie della città o a Civitanova Alta. Anche per loro la Tosap verrebbe sospesa». Discorso diverso per eventuali dehors: «sui gazebo esterni dobbiamo ancora ragionare e discutere. Vedremo cosa succederà dal punto di vista sanitario e i provvedimenti nazionali». E intanto Caldaroni che è anche presidente dell’associazione Marinerie d’Italia ha in serbo un progetto con la categoria per il Natale a scopo solidale: «abbiamo coinvolto i pescherecci civitanovesi e stiamo pensando ad una donazione simile a quella che facemmo per i comuni terremotati del cratere andando a cucinare per loro il pesce dell’Adriatico. Ogni peschereccio donerà una cassa di pesce da destinare alle famiglie in difficoltà della città grazie alla collaborazione fra servizi sociali e protezione civile».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X