Tolentino piange Paolo Ruffini
«Eri il più bravo con le forbici in mano»

CORDOGLIO per la scomparsa del noto parrucchiere, morto oggi a 51 anni a causa di una malattia. Lascia la moglie e due figlie
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
paolo-ruffini

Paolo Ruffini

 

Ha lottato fino alla fine senza mai perdere il sorriso. Tolentino piange la scomparsa di Paolo Ruffini, conosciutissimo parrucchiere che non è riuscito a vincere la sua sfida più difficile. Il suo cuore ha smesso di battere oggi, a soli 51 anni,  dopo aver combattuto contro una terribile malattia. La tragica notizia della sua scomparsa ha travolto e gettato nello sconforto l’intera comunità tolentinate dove l’uomo era profondamente stimato. Una vita densa di progetti sin da quando giovanissimo aveva preso in mano forbici e phon per trasformare la sua grande passione in professione.

Era titolare del salone di parrucchieria che portava il suo nome, in viale Matteotti a Tolentino. Grazie al suo estro e professionalità ne avevano un fatto punto di riferimento per tutta la provincia dedicandosi al suo lavoro con la cura che si riserva ad una preziosa passione. Infiniti i messaggi di cordoglio e vicinanza ad che hanno abbracciato i familiari attraverso i social. “La prima volta che ti ho visto ero ai primi anni di liceo, dicesti “non torni più in questa gabbia di matti mi sa”. Eppure ci sono tornata sempre, anche vivendo in un’altra città. Perché non solo eri il più bravo con quelle forbici in mano, eri anche una gioia per lo spirito. Regalavi sorriso e buonumore senza il minimo sforzo” scrive una sua cliente ed amica. «Paolo a mio avviso ha rappresentato e rappresentava lo stile ed il modo comportamentale di un professionista serio, preparato, ilare quando le circostanze lo richiedessero o lo consentissero, sempre vicino alla famiglia ed ai suoi amici –  dice il sindaco di Tolentino, Giuseppe Pezzanesi – poi un giorno con cui nessuno dovrebbe e vorrebbe mai fare i conti la notizia della bruttissima malattia contro la quale ha lottato con grandissimo coraggio con vicini la sua famiglia ed ai suoi amici più cari. La sua scomparsa lascia e lascerà un grande vuoto tra gli affetti più cari e la città tutta, faremo tesoro di quanto ha saputo e voluto trasmetterci. Un grande ed ultimo abbraccio a Paolo che da lassù ci guarderà, ci aiuterà e sorriderà benevolmente». Diverse anche le collaborazioni agli eventi cittadini dove si è sempre messo a disposizione contraddistinto dalla sua energia coinvolgente. Lascia la moglie Grazia e le sue due figlia Greta e Elena. I funerali si svolgeranno domani alle 10 nella basilica di San Nicola a Tolentino.

(Fra. Mar.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X