Spaccio ai giovanissimi pure sotto lockdown,
arrestati due insospettabili 20enni

SAN SEVERINO - Operazione dei carabinieri: si tratta di uno studente e un operaio, per loro sono scattati i domiciliari. Secondo l'accusa avrebbero guadagnato più di 140mila euro in due anni vendendo oltre 9 chili di droga
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

carabinieri-archivio-cc-arkiv-82-325x213

Foto d’archivio

 

Due anni di spaccio tra giovanissimi per un totale di nove chili di marijuana e un etto di cocaina, e un guadagno di oltre 140mila euro. Questa l’accusa per due giovani insospettabili di San Severino di 20 anni, uno studente e l’altro operaio: Thomas Rocci e Vladimir Volkov, quest’ultimo di origine ucraina ma con la cittadinanza italiana. I carabinieri della Compagnia di Tolentino l’hanno arrestati martedì, eseguendo due ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari emesse dal gip del tribunale di Macerata Claudio Bonifazi. Tutto è partito da alcuni controlli eseguiti a maggio a San Severino dai militari della locale stazione, durante i quali i due giovani, fino ad allora incensurati, erano stati trovati in possesso di marijuana già pronta per la vendita e di bilancini di precisione. Da lì era scattata una lunga e complessa indagine, coordinata dai sostituti procuratori Claudio Rastrelli prima ed Enrico Barbieri poi, grazie alla quale i militari  sono riusciti a ricostruire due anni di attività di spaccio posta in essere dai due. In questo lasso di tempo, secondo gli inquirenti, avrebbero guadagnato circa 140.000 euro dalla vendita di oltre 9 kg di marijuana e di circa un etto di cocaina. Da quanto ricostruito dai militari, inoltre, i due sarebbero stati uno dei principali punti di riferimento per lo spaccio settempedano durante il periodo della quarantena. Sempre martedì poi, i carabinieri hanno eseguito, nell’ambito della stessa indagine, una perquisizione a casa di un 20enne, italiano e disoccupato, residente in provincia. Grazie fiuto del cane “One” del Nucleo carabinieri cinofili di Pesaro è stato trovato un modesto quantitativo di hashish e di marijuana, nonché di un bilancino di precisione e ben 5.850 euro in contanti, ritenuti il provento dell’attività di spaccio. Il giovane è stato denunciato a piede libero.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X