Micciola striglia il Matelica:
«No a cali di concentrazione»

LEGA PRO - Il direttore sportivo dei biancorossi parla a pochi giorni dalla sfida alla VirtusVecomp Verona: «Contro l’Arezzo è stata l’ennesima dimostrazione che le partite durano sempre 95 minuti e non si può mai mollare di un centimetro»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Micciola-1-e1603906006957-325x262

Francesco Micciola

 

Smaltita l’amarezza per il pari casalingo di domenica scorsa nel match pareggiato contro l’Arezzo (leggi l’articolo), che è riuscito a rimontare due gol all’Helvia Recina, è il direttore sportivo del Matelica Francesco Micciola a ripercorrere la gara e a proiettarsi già alla difficile sfida di domenica prossima con la VirtusVecomp Verona. «Questo campionato è difficile ed equilibrato, il nostro obiettivo era e resta quello di centrare quanto prima la salvezza – esordisce il dirigente biancorosso -. Siamo soddisfatti per come abbiamo approcciato questo primo scorcio di gare, con la voglia, l’umiltà e l’entusiasmo che devono contraddistinguerci sempre. Siamo una squadra giovane, dobbiamo continuare a lavorare tanto e a guardare partita dopo partita, se vogliamo toglierci qualche soddisfazione». Il Matelica di Colavitto ha raccolto undici punti in sette partite e stazione tranquillamente a metà classifica, ma con vista del primato: il Padova e il Sudtirol distano solo tre lunghezze. «Con l’Arezzo è stata l’ennesima dimostrazione che le partite durano sempre 95 minuti e non si può mai mollare di un centimetro. In ogni gara ci possono essere episodi che rimettono in discussione tutto e non si possono avere cali di concentrazione – conclude Micciola -. Anche domenica prossima ci aspetta una sfida tosta. La VirtusVecomp Verona è una squadra che gioca da anni insieme ed è ben allenata. Noi dovremo presentarci ancora una volta nel modo giusto, consapevoli dei nostri mezzi e delle difficoltà che potremo incontrare. Per ora siamo riusciti sempre a dire la nostra in un raggruppamento con tante piazze importanti e società blasonate».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X