Centro storico di Treia,
incentivi ad attività commerciali
e per recupero patrimonio edilizio

L'ANNUNCIO dell'amministrazione comunale: «Con questa iniziativa, che riprende quelle portate avanti dalla giunta precedente, si creano le condizioni per un rilancio vero»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

treia

 

Per il quinto anno consecutivo la giunta comunale di Treia ha deliberato incentivi alla riqualificazione del patrimonio immobiliare e al sostegno della residenzialità e dell’insediamento di nuove attività commerciali del centro storico.

Treia_Boccia_FF-8-325x216

Franco Capponi

«Sono stati individuati interventi per la rivitalizzazione ed il rilancio del centro storico al fine di favorire sia l’acquisto e la ristrutturazione edilizia da parte dei privati cittadini sia l’apertura di nuove attività produttive, nonché l’ampliamento delle attività esistenti – si legge in una nota diffusa dal Comune -. Potranno essere concesse agevolazioni a mutui o prestiti contratti dal 1 gennaio 2019 all’anno solare in corso, erogando un contributo pari al tasso d’interesse applicato al mutuo nella misura massima del 2% annuo. Per interventi particolari e minimali di riqualificazione delle facciate dei fabbricati, della sostituzione degli infissi, delle grondaie e delle parti visibili da via pubblica (anche condominiali), di riqualificazione e di ampliamento di negozi o attività produttive in genere (per rinnovo locali, nuovi mobili, lavori edili di qualsiasi natura), in alternativa al mutuo, di importo inferiore a 25mila euro, può essere riconosciuto un contributo in conto capitale pari al 20% degli investimenti effettuati fino ad un valore massimo di 5mila euro – precisa la nota dell’Ente – . Una seconda iniziativa riguarda la previsione di un sostegno alle nuove attività commerciali che si insediano nel centro storico. In questo caso, il contributo sarà erogato per 3 annualità e sarà pari al 50% del canone di locazione pagato. Tali provvidenze sono riservate a tutte le nuove iniziative imprenditoriali intraprese o avviate dal 1 gennaio 2019 al 31 dicembre 2020 all’interno del centro storico di Treia sia in caso di inizio di nuova attività sia in caso di subingresso in attività precedentemente avviate, compreso l’affitto d’azienda o compravendita di azienda. Tale agevolazione concessa sui canoni di locazione non potrà comunque superare il limite massimo di 6000 euro annui. Con questa iniziativa, che riprende quelle portate avanti dalla giunta precedente, si creano le condizioni per un rilancio vero del centro storico – conclude l’amministrazione comunale di Treia – si spera che al nuovo bando aderiscano, come avvenuto negli ultimi anni, imprenditori e giovani, pronti a cogliere questa opportunità e ripopolare il centro storico». I bandi sono consultabili sul sito istituzionale del Comune.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X