La professoressa Maria Colcerasa
in pensione dopo 43 anni:
«La scuola è diventata la mia casa»

MACERATA - La vicepreside dell'Istituto di istruzione superiore "Bramante-Pannaggi" lascia l'insegnamento che ha amato fin dall'inizio della sua carriera. Ai suoi studenti dice: «Studiate con serietà, l'impegno e il duro lavoro nella vita poi si ritrovano»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
maria-colcerasa-professoressa-bramante-pensione-2-225x400

Maria Colcerasa, docente di inglese e vicepreside dell’Istituto di Istruzione Superiore “Bramante-Pannaggi” di Macerata, in pensione dopo 43 anni

di Elisabetta Pugliese

Dopo 43 anni di lavoro va in pensione la professoressa Maria Colcerasa, insegnante di inglese e vicepreside dell’Istituto di istruzione superiore “Bramante-Pannaggi” di Macerata. Una persona molto conosciuta ed apprezzata da alunni, alunne e colleghi, sia dal punto di vista professionale che da quello umano: «Sono entrata di ruolo a settembre del 2019 e questo era il mio anno di prova – racconta una sua collega, Natalia Biangini – ho conosciuto la vicepreside Colcerasa per prima e mi ha fatto sentire fin da subito accolta e a mio agio. È un grandissimo punto di riferimento per tutti noi, ha sempre cercato di basare ogni rapporto sui valori del rispetto, della capacità di ascolto e della mediazione, creando un ambiente di lavoro sereno. È una donna di grande umanità e dal cuore grande – sottolinea – che ha trasmesso ai suoi alunni ed alunne non solo conoscenze, ma anche e soprattutto valori essenziali. Sentiremo tantissimo la sua mancanza, perché ha davvero fatto la differenza. Personalmente ricorderò sempre la sua grande cultura e professionalità, la sua gentilezza, la sua onestà, ma anche l’entusiasmo con cui ha sempre accolto i nuovi progetti, nonché il suo immancabile sorriso».

La professoressa Colcerasa ha iniziato la sua carriera al liceo linguistico e scientifico dei Salesiani. Dopo aver vinto il concorso ha insegnato un anno all’Itis di San Severino, per poi essere trasferita all’istituto “Bramante” dove è sempre rimasta, come lei stessa racconta. «Questa scuola è diventata la mia casa – spiega – Ho sempre avuto modo di collaborare molto con la presidenza, negli ultimi anni in particolare come vicepreside, e ho sempre mantenuto un rapporto meraviglioso con tutti, giovani, colleghi e dirigenti scolastici. Li ricordo tutti, da Renato Sopranzetti, il primo preside, al professor Crescimbeni, una persona di grande professionalità ed umanità, fino agli ultimi: la professoressa Antonella Angerilli mi ha insegnato moltissime delle cose che so, specialmente il modo in cui si gestisce una scuola, e ovviamente la dirigente Federica Lautizi, che mi ha dato una grande fiducia fin dal principio e mi ha permesso di lavorare con grande serenità».

maria-colcerasa-professoressa-bramante-pensione-3-262x400Maria Colcerasa ha insegnato inglese, e ogni anno assieme alla docente Zagoreo accompagnava alunni ed alunne all’estero vivendo sempre esperienze meravigliose, sia da un punto di vista professionale che personale. In questi anni di lavoro le avventure sono state molte: «Un anno eravamo in Irlanda con alcuni studenti e studentesse – racconta – passeggiando abbiamo appreso che gli aerei non partivano. Pensi sempre che una cosa del genere capiti agli altri, e invece siamo rimasti a Dublino una settimana in più. Il viaggio di ritorno è stato una vera impresa, abbiamo preso vari pullman, il traghetto, abbiamo addirittura attraversato il tunnel sotto il canale della Manica. Ci abbiamo messo 40 ore a tornare, ma è stata ugualmente un’esperienza significativa che ha cimentato ulteriormente il rapporto con i miei ragazzi e ragazze». Anche gli episodi divertenti hanno fatto da cornice al suo lavoro: «Un giorno un ragazzo si è alzato ed è uscito senza chiedere il permesso – sottolinea – Io sono piuttosto severa, quindi i suoi compagni si aspettavano che mi arrabbiassi ed urlassi, invece non ho detto una parola. Al suo ritorno gli ho detto “Credo di essermi invecchiata”, e lui ha risposto “Ma no prof., che dice? Perché dice questo?” e io, senza battere ciglio, ho detto “Perché non ricordo di averti dato il permesso di uscire”. È stato un momento divertente, mi ha anche detto “Prof., è la vecchiaia!”. I miei studenti e studentesse mi mancheranno tantissimo, stare con loro ti fa restare giovane fino alla fine». 

maria-colcerasa-professoressa-bramante-pensione-1-225x400In tutta Italia quest’ultimo anno scolastico è stato particolare, nuovo e a tratti ricco di difficoltà, ma la professoressa Colcerasa conserva i lati positivi della vicenda: «È stata per me un’occasione per apprezzare l’impegno serio di alunni ed alunne – afferma – nonché la loro immensa gratitudine verso noi insegnanti nello stargli vicino. Abbiamo ricevuto anche lettere dai genitori, che ci hanno ringraziato di tutto. Ciò che ho capito è che i ragazzi sono molto “tecnologici”, credo quindi che aggiornare il proprio modo di insegnare sulla base dei moderni mezzi digitali sia positivo». Il culmine è stato proprio l’esame di stato, a cui la docente ha assistito come membro interno della commissione esaminatrice. «È stato un momento non molto diverso dal solito – sottolinea – i giovani hanno fatto il loro dovere e noi abbiamo lavorato molto bene. Ora con i miei alunni ed alunne ci rivedremo presto per una cena». I ragazzi e le ragazze sapevano fin dall’inizio della sua pensione: «La classe che non potrò accompagnare in quinta mi ha detto “Prof., ma non poteva restare per un altro anno?”. Anche i genitori hanno espresso la loro vicinanza, specie perché lavorando in presidenza hanno potuto confrontarsi molto con me. Mi hanno tutti commosso». E proprio ai suoi giovani rivolge un ultimo augurio: «Studiate con serietà e non cercate mai il buonismo che a volte circola a scuola – conclude – Non approfittatene mai, perché l’impegno e il duro lavoro nella vita poi si ritrovano. Spero che mi veniate a trovare, sono sicura di rivedervi fuori dalla scuola, il nostro rapporto è talmente bello che non potrà mai cancellarsi».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X