Palloncini e due grandi foto,
al Caffè Maretto ricordano Cristina
Mercoledì i funerali della 25enne

CIVITANOVA - La ragazza è morta ieri dopo una caduta sulle piste da sci di Madonna di Campiglio. Martedì il ritorno del feretro. Tante le testimonianze di affetto in città
- caricamento letture
cristina-cesari-2-650x366

L’allestimento per Cristina, al Caffè Maretto

 

di Laura Boccanera

Tornerà a Civitanova martedì pomeriggio il feretro di Cristina Cesari, la 25enne civitanovese morta mentre era in vacanza a Madonna di Campiglio dopo un incidente sugli sci. La ragazza si trova tuttora all’ospedale Santa Chiara di Trento dove avverrà, ad opera dell’equipe medica, l’espianto per la donazione degli organi. cristina_cesari1-e1581683835792-325x274I familiari infatti, dopo la morte della ragazza hanno acconsentito alla donazione. Oggi i genitori della civitanovese sono tornati in città dopo essere stati a Trento per sbrigare le pratiche per la riconsegna del corpo. Cristina si trovava con una comitiva di amici in Trentino per una vacanza: era una sciatrice esperta che amava le montagne dell’Adamello. Giovedì era sulla cima dello Spinale lungo una pista nera quando è finita fuori sentiero, atterrando, dopo un volo di  10 metri, sulla neve ghiacciata. Nonostante la rianimazione e il soccorso l’indomani è avvenuto il decesso. L’agenzia di onoranze funebri Asof di Civitanova martedì mattina partirà per Trento per l’ultimo viaggio di Cristina. Nel pomeriggio il feretro sarà esposto nella chiesa di Santa Maria Ausiliatrice per i parenti, gli amici e i tanti conoscenti che vorranno salutare la ragazza per l’ultima volta. I funerali verranno celebrati mercoledì mattina alle 10.

Tantissime le manifestazioni di affetto e vicinanza da parte degli amici e di tante categorie che Cristina frequentava per lavoro o per divertimento. Era giovane, radiosa, l’immagine della bellezza, amava i viaggi, la vita e le cose belle, frequentava i negozi del centro e i locali  alla moda della città dove spesso trascorreva serate spensierate con le amiche e con la sua comitiva. Toccante il tributo che il Caffè Maretto ha voluto allestire per la ragazza: sotto il portico di Palazzo Sforza i gestori hanno sistemato in suo ricordo candele bianche, palloncini e due foto ingrandite della 25enne: «un piccolo gesto per una ragazza straordinaria è il minimo che meritavi, ti aspettiamo Cri» ha scritto Mauro Raschia. L’allestimento è stato realizzato in collaborazione con una delle più care amiche di Cristina, Francesca Febbo.

Il cordoglio per la scomparsa di Cristina è arrivato anche dalla politica. Il sindaco Fabrizio Ciarapica si è stretto attorno al padre Carlo, libero professionista e storico assicuratore e alla mamma Lorella, oltre che al fratello minore Matteo. Parole di cordoglio anche dalla parlamentare del M5s Mirella Emiliozzi: «una notizia terribile, di quelle che non vorremmo mai ricevere. La mia più grande vicinanza alla famiglia e agli amici».

 

Cristina, ragazza d’altri tempi: lo sci era la sua passione

Dramma a Madonna di Campiglio, è morta la 25enne civitanovese: i genitori decidono di donare gli organi

Cade mentre scia a Madonna di Campiglio, gravissima 25enne civitanovese



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X