facebook twitter rss

Soccorso 14enne ubriaco davanti a scuola:
«Continuiamo a tutelare i giovani,
sulla cannabis light non ci fermiamo»

MACERATA - Il ragazzino è stato portato in ospedale dalla polizia. Il questore Antonio Pignataro dopo le assoluzioni di ieri: «Non indietreggiamo, gli interventi proseguiranno». Sono entrati in servizio nove nuovi agenti in questura, quattro a Civitanova
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
505 Condivisioni

 

Il questore con i nuovi agenti in servizio a Macerata. Da sinistra: Giuseppe Izzo, Francesco De Michele, il questore Antonio Pignataro, Lucia Vitariello, Armando Passaro, Gianluca Biancofiore, appena finito la scuola di polizia a Trieste

 

di Gianluca Ginella

Trovato ubriaco vicino alla scuola, nello zaino un 14enne aveva una bottiglia di grappa: è stato soccorso e portato in ospedale dagli agenti della polizia e dal 118. I poliziotti ieri mattina stavano svolgendo a Macerata un controllo che fa parte del programma “Scuole sicure” quando hanno notato un ragazzino che non era andato a scuola e a malapena si reggeva in piedi. Era circa l’una e il minorenne è stato aiutato e portato in pronto soccorso. Resta da accertare dove il 14enne abbia preso la bottiglia con cui poi si è ubriacato. Quando gli agenti sono interventuti il ragazzino li ha insultati, pronunciando frasi sconnesse. Gli agenti hanno chiamato il 118 e contattato il padre del giovane che ha raggiunto il figlio in ospedale. «La polizia tenta di difendere ad ogni costo le nuove generazioni dalla droga e dall’alcol» ha detto il questore Antonio Pignataro.

E sempre ieri davanti alla scuola gli agenti hanno sventato «uno spaccio di droga, purtroppo non siamo riusciti a prendere chi stava cercando di vendere – dice il questore –. Faremo servizi continui e chiederemo una collaborazione ancora maggiore agli istituti scolastici per eliminare qualsiasi elemento che possa danneggiare le nuove generazioni. Nelle scuole c’è anche il fenomeno di ragazzi che comprano cannabis light e poi la vanno a vendere a costi maggiorati ad altri studenti» spiega il questore, che sulla vicenda della marijuana light chiarisce, dopo che ieri il titolare di un negozio di Ancona, Lorenzo Castignani (che ha negozi anche a Macerata) e il socio di fatto dell’attività Alfonso Nicosia, sono stati assolti con formula piena dal gup del tribunale dorico (c’era stato un sequestro di 13 chili di prodotti cannabis light): «Gli interventi operativi andranno avanti e per chiunque vende marijuana light ci sarà il nostro intervento per far rispettare la legge. Al momento nessuno può vendere marijuana light. Non possono esserci indietreggiamenti, operiamo nel rispetto delle leggi e per salvare qualche vita e tutelare le famiglie». Intanto in provincia sono entrati in servizio nove nuovi agenti, freschi di scuola. Cinque saranno impiegati sulle volanti di Macerata, quattro su quelle di Civitanova. «A dimostrazione dell’attenzione molto forte del Dipartimento per quanto riguarda questa provincia – dice il questore Antonio Pignataro –. Attenzione che va indirizzata alla lotta contro ogni forma di illegalità e in particolare allo spaccio di droga. Questa è una provincia che riteniamo sicura, il lavoro fatto dà dimostrazione che noi ci siamo e assolviamo i nostri doveri e di dare tutto il possibile a questa provinai assicurando massima sicurezza e libertà. Un percorso di sicurezza che è merito di tutte le forze di polizia e che si realizza grazie anche al procuratore e ai suoi sostituti».

Cannabis light, Zaina: «Spero in assoluzione anche a Macerata Grosso danno al mio cliente»

Cannabis light, assolti gli imputati: «Non sono spacciatori»

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X