facebook twitter rss

Il furore di Teresa Spera
non si arrende al terremoto
«La bellezza amara delle nostre terre»

MOCKUMENTARY - Il corto di Damiano Giacomelli a metà tra documentario e finzione, interamente girato a Tolentino tra l'area container e i Fallimenti, è tra i dieci selezionati dal Torino Film Festival. Protagonista Rebecca Liberati, cameo di Iva Zanicchi
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
215 Condivisioni

 

La squadra del corto con Iva Zanicchi e il sindaco Pezzanesi

 

di Francesca Marsili

E’ un mockumentary, un mix di termini inglesi: mock, “fare il verso” e documentary, “documentario” – in pratica un finto documentario, un modo sporco e vero di usare la telecamera. Il cortometraggio “Teresa Spera” del regista Damiano Giacomelli, è tra i dieci selezionati dal Torino Film Festival, in concorso nella sezione Italiana Corti.

Giacomelli conduce le riprese

Una commedia grottesca girata quasi interamente a Tolentino; sullo sfondo il villaggio area container del recente post sisma ed il grande magazzino “Fallimenti”. Girato nell’autunno 2018, “Spera Teresa” è la storia di una giovane cantante disabile decisa a sfondare nel mondo del liscio, nonostante le difficoltà dovute alla sua condizione fisica, al contesto post-sismico e agli improbabili aiutanti di cui si circonda. Il Torino Film Festival, che, assieme alla Biennale di Venezia e il Festival internazionale del film di Roma, rappresenta una tra le tre Kermesse più importanti del panorama cinematografico italiano, proietterà il cortometraggio del regista tolentinate in anteprima nazionale. Una troupe tutta marchigiana. Tra gli interpreti, accanto alla protagonista: la fermana Rebecca Liberati, troviamo artisti del territorio come Mirco Abbruzzetti, Carlo Filocamo, Stanley Igbokwe, Augusto Marinozzi, Gemma Sbrolla e Sergio Vexina. Un cameo genuino ed esuberante la partecipazione straordinaria nel cortometraggio di Iva Zanicchi nei panni di una cantante non vedente, pietra miliare del liscio, da sempre punto di riferimento della protagonista.

«Al centro del corto c’è il personaggio di Teresa Spera, che ho costruito sin dalla scrittura, con e sulla sua interprete: Rebecca Liberati, attrice e cantante – spiega l’autore Giacomelli, che della sua opera è anche lo sceneggiatore e montatore – Il furore di Teresa attraversa un nuovo quartiere della mia città: Tolentino, un’area container sorta nell’immediato post-sisma accanto ad un mega store chiamato Fallimenti. Il mio lavoro – continua il regista – è stato quello di mantenere ben saldo lo slancio narrativo della protagonista col contesto spazio temporale in cui è calata». “Teresa Spera” è un cortometraggio a cavallo tra la finzione e il documentario, che punta a far riflettere sul rapporto tra verità e finzione con linguaggio moderno ed immediato.

Rebecca Liberati e Iva Zanicchi

«Appena letta la sceneggiatura sono letteralmente impazzita, la protagonista del corto vive in un contesto disperato nel quale cerca in ogni modo di farsi notare – spiega Rebecca Liberati – Mi sono rivista nella protagonista non perché io viva nella disperazione, ma perché per un’attrice marchigiana come me è molto difficile riuscire a realizzare i propri sogni se questi sogni coincidono con un contesto lavorativo che esiste solo a Roma. Per me Spera Teresa rappresenta la bellezza amara delle nostre terre e del marchigiano», afferma l’attrice fermana che nella vita è anche la straordinaria voce del gruppo Popsound all’interno del contenitore culturale Popsophia. Dopo la vittoria conseguita all’ultimo Festival del Cinema di Venezia con il suo “La strada Vecchia”, premiato come miglior cortometraggio nella sezione Giovani autori italiani, per il regista tolentinate, un nuovo motivo d’orgoglio sul red carpet del principale festival metropolitano italiano. Il mockumentary è stato prodotto da Sushi Adv. di Giordano Viozzi con Officine Mattòli Produzioni ed è uno dei vincitori del bando per progetti audiovisivi ambientati nel cratere sismico, emanato dalla Fondazione Marche Cultura – Marche Film Commission distribuito da Premiere Film.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X