facebook twitter rss

Centinaia di episodi di spaccio:
a segno 3 misure cautelari

PORTO RECANATI - Indagine della Guardia di finanza. Tra le contestazioni la cessione di eroina, cocaina e hashish. Due pakistani sono finiti ai domiciliari, per un terzo indagato c'è il divieto di dimora a Porto Recanati
venerdì 12 Luglio 2019 - Ore 16:25 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
48 Condivisioni

 

di Gianluca Ginella

Centinaia di episodi di spaccio di droga tra eroina, hashish e in parte cocaina: tre misure cautelari. Due pakistani sono finiti agli arresti domiciliari e un terzo è stato sottoposto a divieto di dimora nella cittadina costiera. L’indagine è della Guardia di finanza e prende in esame una attività di spaccio che durava da diversi mesi a Porto Recanati (dal settembre 2018 al gennaio 2019). Ad uno degli arrestati, U. A., 30enne pakistano, viene contestato di aver spacciato, appunto tra il settembre 2018 e il gennaio 2019, oltre 200 dosi tra eroina, hashish e cocaina: nel complesso si tratterebbe di 61 grammi di eroina, 345 grammi di hashish e 7,5 grammi di cocaina (413 grammi di droga in tutto). Nel complesso avrebbe incassato 5.520 euro.

Simone Matraxia

Ad un secondo arrestato, M. M. H., pakistano, 42 anni, avrebbe spacciato una sessantina di dosi di droga, sempre a Porto Recanati e sempre tra il settembre 2018 e il gennaio 2019. Nel dettaglio avrebbe ceduto 19 grammi di eroina e 86 grammi di hashish per un importo di 1.275 euro. Entrambi i pakistani, difesi dall’avvocato Simone Matraxia, sono agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico. Misura cautelare anche per un 39enne pakistano, A. A., per il quale è stato disposto il divieto di dimora a Porto Recanati. Gli viene contestato di ave ceduto 12 grammi di droga (due di eroina e 10 di hashish). L’indagine è della tenenza di Porto Recanati della Guardia di finanza, coordinata dal pm Enrico Riccioni. Tutto è iniziato nel novembre del 2018 quando venne fermato un acquirente della droga, all’Hotel House, trovato con quasi 5 grammi di eroina. Da lì i militari delle Fiamme gialle sono risaliti a chi gli aveva spacciato la droga e l’indagine è proseguita arrivando ad accertare centinaia di episodi di cessioni di droga. Poi ieri sono scattate le operazioni per eseguire le misure cautelari. I finanzieri hanno fatto irruzione in un appartamento all’Hotel House per arrestare uno dei pakistani colpiti dalla misura dei domiciliari, un secondo è stato fermato mentre si trovava a piedi in una stradina di campagna, sempre vicino al mega condominio. Al terzo è stata notificata in carcere (si trova a Montacuto, sempre per spaccio).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X