«Le scuole restino in centro»
Il Pd appoggia l’assessore Massi

TOLENTINO - Il capogruppo Corvatta e i consiglieri Prugni e Quercetti sostengono la linea contro la decisione del sindaco di spostare medie ed elementari in zona Pace
- caricamento letture
Gianni-Corvatta-direttore-Arpam_Foto-LB

Gianni Corvatta

 

«L’assessore all’urbanistica Alessandro Massi ha assolutamente ragione: le scuole elementari e medie devono rimanere nel centro storico». A ribadirlo è il capogruppo del Pd, Gianni Corvatta, insieme ai consiglieri di minoranza Bruno Prugni e Anna Quercetti. L’intervento di Massi, durante il confronto della scorsa settimana tra amministrazione comunale e commercianti, sembra aver dunque riaperto una questione spinosa. In occasione della conferenza stampa del 30 dicembre scorso infatti, il sindaco Giuseppe Pezzanesi ha indicato una serie di interventi da promuovere nel corso del 2019 e nel prossimo triennio. Tra i progetti in cantiere figurerebbe anche l’ipotesi di trasferire l’Istituto Comprensivo Don Bosco in zona Pace. Proprio a tal proposito, il consigliere Corvatta denuncia una mancanza di chiarezza da parte del primo cittadino: «Già in passato abbiamo chiesto al sindaco, in una interrogazione comunale, se la notizia apparsa sulla stampa fosse vera. Pezzanesi ha risposto in modo vago, lasciando intendere si trattasse di una possibilità da approfondire. Ancora una volta assistiamo all’annuncio di progetti faraonici che probabilmente non saranno mai realizzati.». Inoltre, per il Pd un simile intervento andrebbe ad aggravare la situazione già delicata che si trova a vivere il centro storico di Tolentino: «I servizi offerti dalle scuole medie e elementari sono indispensabili – ha continuato Corvatta – non soltanto agli abitanti delle zone centrali della città, ma soprattutto in qualità di elementi vitali del centro storico. Quello stesso centro storico che l’amministrazione comunale sta trascurando, trasferendo risorse altrove». Il programma elettorale del Pd parlava chiaro: ristrutturazione dell’ex sede dei licei, per accogliere un nuovo campus scolastico, e riqualificazione della scuola Don Bosco, che avrebbe invece ospitato un centro servizi per la terza età e spazi residenziali per anziani autosufficienti. «Non abbiamo alcuna intenzione di venir meno agli impegni presi – ha sottolineato il capogruppo del Pd – la nostra proposta di ricostruire l’Istituto Filelfo per trasferirvi il Don Bosco è assolutamente fattibile. Questa manovra ci consentirebbe di usufruire degli spazi del Don Bosco per ampliare la casa di riposo. Un’ipotesi sulla quale avremmo il piacere di confrontarci con il sindaco Pezzanesi e con la sua maggioranza».

(Gi. Ga.)

Pace tra commercianti e giunta, ma l’assessore Massi attacca sulle scuole



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X