Passeggiata antifascista in centro,
rabbia per l’ordinanza del Comune:
«Alla fine ci rimettono i bar»

MACERATA - Organizzata dal Movimento studenti antifascisti, partirà alle 22,30 da piazza Vittorio Veneto e farà un percorso ad anello. La richiesta alla questura parla di un centinaio di persone attese ma potrebbero essere anche il doppio. Alle 15 i commercianti del centro hanno ricevuto l'avviso di non vendere bicchieri in contenitori di vetro dalle 19. Roberto Andreoli (Bar Mercurio): «E' assurdo. Coinvolge anche locali che non entrano nel percorso»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

casapound-mc-2-650x433

 

Passeggiata antifascista nel centro storico di Macerata, rabbia dei proprietari di bar e ristoranti che hanno ricevuto oggi alle 15 un’ordinanza dal Comune che vieta la vendita di bottiglie di vetro per asporto e anche di servire fuori dal locale bevande in bicchieri di vetro. «Una ordinanza assurda» dice Roberto Andreoli, titolare del bar Mercurio. Il documento riguarda tutte le attività del centro storico, anche quelle che si trovano in punti che non rientrano nel percorso della manifestazione, e parte dalle 19 mentre i manifestanti si sono dati appuntamento per la partenza alle 22,30.

Oseghale_Processo_FF-15-650x434

Saluto romano davanti al tribunale di Macerata

Secondo l’autorizzazione richiesta e concessa dalla questura agli organizzatori (il Movimento studenti antifascisti), i manifestanti si ritroveranno in piazza Vittorio Veneto. Da lì inizieranno una marcia ad anello che li porterà in via Gramsci, in piazza della Libertà e in corso della Repubblica, per poi ritornare da dove erano partiti. La manifestazione si concluderà a mezzanotte e mezza. Nella richiesta si prevedono un centinaio di manifestanti ma la questura ritiene che possano essere di più, forse anche il doppio visto che il giovedì a Macerata è serata universitaria e qualcuno potrebbe unirsi al corteo. Una manifestazione che nascerebbe dagli ultimi episodi avvenuti a Macerata dove giovedì scorso tante persone avevano parlato di un giovane vicino ai centri sociali che sarebbe stato aggredito. Una aggressione che in un primo momento non aveva trovato riscontri. Le indagini che la procura ha delegato alla Digos hanno però fatto emergere che in effetti una persona sarebbe stata picchiata lo scorso giovedì, a mani nude. Si tratta di una questione però su cui si può procedere dopo querela, che al momento non è stata presentata. Quel fatto era stato preceduto, il 26 novembre, dalle tensioni durante l’udienza preliminare per Innocent Oseghale quando c’era anche stato qualcuno che aveva fatto il saluto romano e aveva incitato Luca Traini. Altre tensioni, visto che la manifestazione è organizzata da studenti, c’erano state in ateneo quando si era presentata alle elezioni la lista Blocco studentesco, legata a Casapound. In vista della manifestazione il Comune, a firma del vicesindaco di Macerata, Stefania Monteverde (il primo cittadino Romano Carancini da lunedì si trova in Cina), ha stilato una ordinanza arrivata oggi ai commercianti che vieta la vendita d’asporto di bevande contenute in bottiglie o bicchieri di vetro.

andreoli-1-650x366

Roberto Andreoli

Il divieto durerà fino alle 2. «Una decisione assurda che ci è stata comunicato solo alle 15 – dice Roberto Andreoli –. Questa ordinanza ci penalizza, è una decisione che paghiamo noi commercianti. Tra l’altro viene emessa anche per locali che non si trovano nel percorso del corteo. Il vicesindaco Monteverde deve prendere atto che queste cose ci danneggiano soltanto. Noi commercianti siamo in grado, se si vede che la situazione diventa pericolosa, di intervenire e mettere tutto in sicurezza». Una protesta che coinvolge anche altri titolari di bar e locali del centro che dalle 19 dovranno servire le bevande solo in contenitori di plastica.

(Gian. Gin.)

Elezioni in ateneo, dopo le tensioni zero seggi per Blocco studentesco Scintille nella notte universitaria

Rabbia e urla davanti al tribunale, offese e sputi agli avvocati di Oseghale Il procuratore: «Solidarietà ai legali» (Video)

Omicidio Pamela, insulti all’arrivo di Oseghale: «Mostro, assassino» (FOTO/VIDEO)

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X