Hotel House, visita del prefetto:
«Per intervenire bisogna conoscere,
serve coinvolgimento di più parti»

PORTO RECANATI - Iolanda Rolli oggi pomeriggio è stata al palazzone multietnico. Con lei il questore Antonio Pignataro e il sindaco Roberto Mozzicafreddo. Hanno anche suonato a sorpresa a casa di alcuni residenti per conoscere le famiglie che ci vivono
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
hotel-house-prefetto-rolli-porto-recanati-FDM-10-650x434

Il prefetto Iolanda Rolli durante la visita all’Hotel House

Visita del prefetto Rolli all’Hotel House di Porto Recanati: «Per capire le azioni da intraprendere prima bisogna conoscere». Con lei anche il questore Antonio Pignataro. Entrambi hanno anche suonato a casa di alcuni residenti per fare una visita di cortesia e conoscere le famiglie che vivono all’Hotel House. Il nuovo prefetto di Macerata, Iolanda Rolli, oggi pomeriggio è arrivata al palazzone multietnico dove anche ieri sera è avvenuto l’ennesimo episodio di cronaca: due persone accoltellate durante una rissa per contendersi il mercato dello spaccio.

hotel-house-prefetto-rolli-porto-recanati-FDM-7-650x434

Il prefetto in uno degli appartamenti

«Con il sindaco di Porto Recanati (Roberto Mozzicafreddo, presente anche lui durante la visita, ndr) avevamo già avuto modo di incontrarci e ho promesso una visita. Prima è necessario conoscere. Non si può pensare a un progetto di recupero senza conoscere il problema. Sto cercando di acquisire più elementi possibile». Il prefetto ha aggiunto che «Bisogna riflettere su cause e sui possibili interventi da fare. Per immaginare qualsiasi intervento bisogna conoscere e la prima cosa è fare una visita. Dagli atti ho acquisito elementi di conoscenza, ma bisogna poi andare sul campo. Speriamo si possa agire in tempi brevi, l’amministrazione comunale ha avviato qualcosa e su questa linea e si potranno immaginare ulteriori interventi, con il coinvolgimento delle amministrazioni centrali e della Regione. E’ necessario l’intervento di più parti. Un Comune non può risolvere da solo questa situazione» ha concluso il prefetto. Insieme al questore Pignataro hanno suonato a casa di alcune persone per incontrare qualche famiglia che vive nel palazzone multietnico. Il questore ha visitato anche il seminterrato dove si trovano i garage. Poi ha incontrato qualche bambino con cui si è fermato a parlare e ha proposto a uno di loro di raccogliere i nomi di altri ragazzini per organizzare, se possibile, una visita all’elicottero della polizia.

(Foto di Federico De Marco)

hotel-house-porto-recanati-FDM-2-650x434

Il questore Antonio Pignataro (al centro) durante la visita. In primo piano il sindaco di Porto Recanati

hotel-house-pignataro-rolli-porto-recanati-FDM-7-650x434

hotel-house-pignataro-mozzicafreddo-porto-recanati-FDM-9-650x434

hotel-house-pignataro-porto-recanati-FDM-3-650x434

hotel-house-pignataro-rolli-porto-recanati-FDM-6-650x434

hotel-house-pignataro-porto-recanati-FDM-1-650x434

hotel-house-mozzicafreddo-rolli-ubaldi-pignataro-porto-recanati-FDM-12-650x434

hotel-house-porto-recanati-FDM-4-650x434

hotel-house-porto-recanati-FDM-3-650x434

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X