Ex Upim, maggioranza disposta a tutto
per ricucire lo strappo con Unimc

MACERATA - Nel corso di una riunione fiume è emersa la disponibilità del Comune a investire risorse proprie pur di superare l'impasse
- caricamento letture
upim

L’ingresso dell’ex Upim

 

Avanti, a ogni costo. Anche attingendo dalle casse comunali per andare incontro all’ateneo. Questa in sintesi la priorità emersa dalla riunione fiume di maggioranza convocata ieri nel tardo pomeriggio sulla questione ex Upim, dopo che l’università di Macerata ha annunciato che si tira fuori dal progetto da 2 milioni di euro per «ostilità – parole del rettore Francesco Adornato – e cecità politica dei nostri interlocutori». La piuma che ha fatto crollare la torre di trattative durate mesi sugli spazi di corso Matteotti chiusi da 15 anni, è stato il parere negativo dell’Ufficio tecnico comunale, relativamente all’illuminazione del piano seminterrato così come pensata dai progettisti di Unimc. Lì ci andrebbero infatti delle aule e la norma, sul tema, sarebbe abbastanza stringente. Al momento, nonostante gli annunci, la pratica si trova ancora nei 10 giorni a disposizione dell’università per avanzare modifiche e risolvere la questione illuminazione. Motivo che avrebbe spinto anche l’amministrazione, per adesso, a non dichiarare nulla. Un atteggiamento prudente che sicuramente va in cerca di una mediazione. L’apertura della maggioranza nei confronti dell’ateneo è massima, al punto da pensare che per superare l’impasse delle finestre al piano seminterrato il Comune potrebbe investire risorse proprie, pur di non vedere sfumare il progetto dell’ateneo. Dopo l’annuncio di Adornato mezza città si è rivoltata contro l’amministrazione: commercianti e opposizione in primis. Anche gran parte di maggioranza – seppur con toni più pacati – ha invocato la pace tra Comune e ateneo, pregando il rettore di non abbandonare l’idea di riqualificazione di uno degli spazi più centrali e allo stesso tempo più vistosamente abbandonati del centro storico di Macerata.

(Redazione CM)

Ex Upim: Carancini nella bufera «Si sente onnipotente, sta rovinando la nostra città»

Ex Upim, la rabbia dei commercianti: «Amministrazione incomprensibile»

Ex Upim, appello Pd a sindaco e rettore: «Il progetto vada avanti»

LO STRAPPO Unimc rinuncia all’ex Upim: «Ostilità politica, un cammino minato»

Ex Upim, aule troppo buie nel progetto Carancini: «Nessuna bocciatura Unimc ha tempo per una soluzione»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X