facebook twitter rss

Il risultato della Lega
e le parole del vescovo:
«Morgoni dà fiato alla bocca»

IL DOPO VOTO - Sandro Zaffiri, capogruppo in Regione del Carroccio, replica all'esponente dem: «Ha distorto le parole di monsignor Marconi, Traini non c'entra, i cittadini hanno scelto un altro modello di governo»
lunedì 12 marzo 2018 - Ore 19:37 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Sandro Zaffiri, capogruppo Lega

 

«Si continua a parlare, o meglio a dar fiato alla bocca, sui fatti incresciosi di Macerata cercando anche di distorcere le dichiarazioni del vescovo Nazzareno Marconi». Sandro Zaffiri, capogruppo della Lega in Consiglio regionale, ribatte così all’esponente dem Mario Morgoni dopo il suo intervento sul velato endorsement del vescovo di Macerata, Nazzareno Marconi, rispetto alla linea del Carroccio. «La politica – dice Zaffiri – fino ad oggi non ha saputo ascoltare il popolo e tanto meno calarsi nelle sue reali problematiche. La Lega invece, onorevole Morgoni, ha dalla sua parte questo metodo e per questi motivi è un forte partito radicato sul territorio e lo sarà sempre di più anche nelle Marche». Zaffiri risponde a Morgoni anche sull’accostamento tra Carroccio e Traini. «Per quanto riguarda le sue considerazioni su Traini, la Lega assolutamente non giustifica ciò che è accaduto, si tratta di una persona che dovrà affrontare e risolvere i suoi problemi anche con la giustizia. Inoltre il Carroccio evidenzia che questi fatti incresciosi che nascono sul territorio sono figli di una cattiva gestione non solo dei clandestini ma soprattutto di una comunicazione sui provvedimenti che il Governo ha fatto non veritiera. Proprio per questi motivi  – conclude Zaffiri – il popolo italiano e marchigiano ha saputo votare per un modello di società diversa presentata dal nostro leader Matteo Salvini, il quale evidenzia il ruolo della famiglia, della coppia, il problema del lavoro e delle tasse, in sintesi, una società da ricostruire partendo dagli italiani».

Morgoni, contro-monito al vescovo: «Nella Lega simpatizzanti di Traini, la Chiesa dovrebbe preoccuparsi»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X