facebook twitter rss

Simone, il nuovo Masterchef:
«E’ una grande responsabilità
Futuro? Valuterò le occasioni»

L'INTERVISTA - Ieri sera ha trionfato al talent show culinario più famoso d'Italia. Il 20enne è stato festeggiato nella sua Montecosaro fino a tarda notte. «E' stato bellissimo, ringrazio tutti i miei concittadini e il sindaco. Difficile mantenere il segreto per una cosa così grande. Ora sono aperto a esperienze fuori dal mio territorio anche se mi piacerebbe restare qui» (VIDEO)
venerdì 9 marzo 2018 - Ore 15:59 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
La festa a Montecosaro per la vittoria di Simone

Simone Scipioni portato in trionfo ieri sera a Montecosaro

 

di Leonardo Giorgi

(foto e video di Federico De Marco)

«Tanta gioia, tanto entusiasmo, ma anche un po’ di paura per il futuro e per questa grande responsabilità». Simone Scipioni, il nuovo Masterchef italiano “made in Montecosaro”, racconta a Cronache Maceratesi le sue sensazioni a poche ore dalla vittoria (leggi l’articolo). «Sta succedendo tutto in fretta – sottolinea il giovane chef -. Ieri sera c’è stata una festa bellissima a Montecosaro, voglio ringraziare davvero tutti i cittadini che mi sono stati vicino e il sindaco che ha permesso di organizzare tutto quanto». Sebbene durante le puntate dello show Simone sia stato canzonato dai giudici per il fatto di “non essere mai uscito dal paesino”, Simone non ha cambiato per niente idea sui suoi progetti futuri, anche se grazie alla vittoria ha 100mila euro in tasca in più e un libro con le sue ricette in uscita. «Nell’immediato non so che cosa farò, vediamo le possibilità che ci sono in giro e sono aperto a fare esperienze fuori dal mio territorio. Ora so di essere un cuoco, però l’intenzione rimane quella di stare a Montecosaro».

La festa in centro per Simone

Dalle sue parti, Simone ha dovuto mantenere il segreto per mesi, in attesa della messa in onda della puntata finale: come si diventa Masterchef d’Italia senza poterlo dire a nessuno? «E’ stato difficile nascondere una cosa così grande – ammette Simone -, soprattutto perché sono un grande chiacchierone e anche un po’ pettegolo, anche se non sembra. Ma alla fine volevo fare una grande sorpresa ai miei concittadini ed è stato bello così». Perché alla fine il cuore di Simone batte sempre lì, come dimostrato dal titolo del menu che ha preparato in finale: “S uguale MC al quadrato”, dove MC sta per Masterchef e per Montecosaro. «Questa vittoria non è per una persona in particolare, ma voglio davvero dedicarla a tutti i miei conterranei. Mi sono arrivati tanti messaggi sui social di persone felici di sentirsi rappresentati, di sentire in tv qualcuno che parla come loro». Simone l’aveva detto a Masterchef: “Se vinco mi fanno patrono di Montecò“. E a guardare la festa esplosa in suo onore ieri sera sotto il municipio, probabilmente aveva ragione. Abbracci, selfie, occhi commossi e cori da stadio fino a tarda notte, per una serata passata a vedere la finalissima di Sky Uno al teatro delle Logge, per poi passare a un brindisi collettivo in compagnia di Simone nel palazzo comunale. Una celebrazione che ci sarebbe stata comunque per il ragazzo già sicuro di essere sul podio dalla settimana scorsa, ma che è diventata una vera e propria festa di paese all’annuncio dello chef Bruno Barbieri: “Il settimo Masterchef d’Italia è Simone”. Presente ieri sera al brindisi anche Denise Delli, aspirante Masterchef 35enne che durante l’esperienza tra i fornelli più famosi del mondo ha stretto un forte legame di amicizia con il giovane Simone. «Grazie per il sostegno che mi avete dato – ha ribadito il ragazzo al termine della puntata di ieri sera nel teatro di Montecosaro -, ora andiamo a bere». 

 

Denise Delli
























Simone è il Masterchef d’Italia Trionfo con dedica “a Montecò, il paese dei matti”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X