Casette, sicurezza nei cantieri:
il commissario apre ai sindacati

SISMA - Pubblicata l'ordinanza 41 di Paola De Micheli per attivare il Durc di congruità. Ora ci sono 60 giorni di tempo per raggiungere un accordo con i presidenti delle Regioni, l’Inail, l’Inps, e le organizzazioni di categoria. Daniel Taddei della Cgil: "Speriamo sia efficace a breve perché andrà a sanare la stragrande maggioranza delle situazioni"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

22712787_10213878645229983_1088325508_o-650x367

Cantiere casette a Visso

 

Daniel-Taddei_Foto-LB

Daniel Taddei

 

Uno strumento che permette, a livello burocratico e legale, di fare una fotografia dei cantieri per le casette e per la ricostruzione. Così che ci si accorga subito se qualcosa non va, e perché. Pubblicata oggi dopo mesi di attesa l’ordinanza 41 del commissario alla Ricostruzione Paola De Micheli che accoglie la proposta di sindacati e organizzazioni di categoria del Maceratese di attivare nei cantieri il cosiddetto Durc di congruità (leggi l’articolo). Cioè quello strumento che permette, con un rapido controllo incrociato con la cassa edile, di capire se al lavoro in un cantiere ci sono abbastanza operai per il lavoro previsto e se sono rispettati i parametri di sicurezza. Ora ci sono 60 giorni di tempo per raggiungere un accordo tra il commissario Paola De Micheli, i presidenti delle Regioni, l’Inail, l’Inps, i sindacati e le organizzazioni di categoria. Ma Daniel Taddei segretario provinciale della Cgil, tra i promotori della proposta, si augura “che sia efficace nel più breve tempo possibile perché sicuramente andrà a sanare la stragrande maggioranza delle situazioni. Un piccolo successo per il territorio”. Che non riguarda solo le Marche ma anche le altre regioni colpite dal sisma. Anche se, in Umbria, il Durc di congruità è già attivo. “Forse per quello – dice Taddei – oggi stanno arrivando gli avvisi di garanzia. I cantieri delle sae e delle urbanizzazioni – conclude Taddei – hanno mostrato gravi ritardi e irregolarità (leggi l’articolo). La ricostruzione vera e propria degli edifici danneggiati dovrà avere un percorso diverso. Bisogna attivare il Durc di congruità il prima possibile”.

Caro Paolo, il post-terremoto è soltanto un grande bluff



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X