Caro Paolo, il post-terremoto
è soltanto un grande bluff

30 OTTOBRE  – Lettera semiprivata al presidente del Consiglio per ricordagli che nell’anniversario dimenticato del sisma qui monta la protesta. Nonna Peppina subisce l’ennesimo sequestro che è un esproprio e intanto nessuno controlla i cantieri della casette.  Questa data passerà senza che nulla sia cambiato perché la montagna non pesa né elettoralmente né economicamente. Le troppe zone d’ombra sulla mancata ricostruzione