Morgoni a Micucci:
“Nel Pd ci sono crepe profonde,
via ipocrisia e prepotenza”

POLITICA - Continua il botta e risposta tra gli esponenti democrat. Il senatore rinvia al mittente le accuse del consigliere regionale
- caricamento letture
Morgoni_Foto-AP

Mario Morgoni

 

Il senatore del Pd Mario Morgoni non ci sta ad accettare le accuse del consigliere regionale Francesco Micucci, intervenuto nel dibattito dei componenti del partito in vista dei congressi di ottobre. «Mi pare evidente  – replica il senatore – che Francesco Micucci, che vorrebbe apparire pacifista ma dimostra un’indole guerrigliera, non abbia compreso il senso del mio intervento che era teso a sottolineare il valore dell’unità come obiettivo da perseguire con fatti e scelte concrete e non come vernice colorata per coprire crepe profonde . E non occorre che io faccia l’ elenco delle crepe tanto sono evidenti e numerose.
Io penso di aver dimostrato un atteggiamento unitario tanto che non ho avanzato nessuna proposta per la segreteria provinciale al contrario di quanto ha fatto Micucci secondo il quale essere unitari vuol dire accettare senza discutere il nome di Francesco Vitali. E non saprei se definire un atteggiamento del genere più ipocrita che prepotente».
Morgoni torna a commentare la vicenda dell’elezione di Pettinari: «Ricordo a Micucci che io raccoglievo le firme per un’ altra lista a sostegno della candidata del Pd perché volevo che vincesse Ornella Formica. E dico anche a Micucci che se il Pd non ha eletto la sua candidata partendo dal 35% risulta un prodigio inspiegabile che sia stato eletto come presidente Pettinari sostenuto da un partito che vantava il 2%. Credo in questo senso possa essere utile dotarsi di un pallottoliere».
In merito alle politiche: «Da ultimo è vero che io sono preoccupato per le prossime politiche, ma a differenza di tanti compagni di cordata di Micucci io sono preoccupato per il risultato del Pd e non per il futuro di Morgoni . È la stessa differenza tra chi punta conquistare gli elettori prendendoli per la gola con cene elettorali da 600 persone e chi come me ha sempre investito sull’ intelligenza dei cittadini ai quali chiedeva la propria fiducia».

Segreteria Pd, Micucci a Morgoni: “Basta con i soliti teatrini”

Segreteria Pd, Morgoni: “Basta unità di facciata e intrallazzi come per l’elezione di Pettinari”



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =