facebook twitter rss

Rapina choc in villa,
sparano ad un imprenditore

CIVITANOVA - Daniele Centioni, esponente di Vince Civitanova, si è trovato di fronte alcuni malviventi che hanno esploso un colpo di pistola. E' stato operato, le sue condizioni sono gravi ma non è in pericolo di vita. Sono in corso le indagini dei carabinieri per ricostruire l'accaduto. I banditi non hanno portato via nulla, i soccorsi chiamati dal fratello
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
8K Condivisioni

 

Da sinistra: il maggiore Walter Fava, il generale Salvatore Favarolo, l’appuntato Maurizio Iannone della pg, il maggiore Enzo Marinelli e il colonnello Stefano Di Iuilio nel corso dei rilievi alla villa di Daniele Centioni

 

Daniele Centioni

 

di Laura Boccanera

(foto di Federico De Marco)

Rapina nella villa di Daniele Centioni. I ladri sparano un colpo di pistola e lo feriscono. Gravissimo episodio stanotte nella villa di campagna a Civitanova Alta dell’imprenditore ed esponente di Vince Civitanova. Tornato a casa dopo cena attorno alle 23 Centioni, 53 anni, ha trovato dentro la sua abitazione una banda di rapinatori. L’imprenditore ha reagito e ne è nata una colluttazione. Nella fuga i rapinatori hanno esploso un colpo di pistola e ferito Centioni alla nuca.E’ stato portato nella notte all’ospedale Torrette di Ancona in gravissime condizioni ed operato d’urgenza. Attualmente è in prognosi riservata, le sue condizioni risultano serie ma non sarebbe in pericolo di vita.

 

Stamattina nella villa di contrada San Savino sono arrivati i carabinieri. Il comandante della Legione Marche, generale Salvatore Favarolo, il comandante provinciale, colonnello Stefano Di Iulio, il maggiore Walter Fava che dirige il reparto operativo di Macerata e il comandante della compagnia di Civitanova, maggiore Enzo Marinelli. Sul posto anche i familiari del civitanovese. Secondo la prima ricostruzione effettuata dai militari almeno due uomini sono entrati dal cancello e forzato la serranda dello studio prendendo a picconate il vetro. Centioni al ritorno li avrebbe sorpresi in giardino. I malviventi lo hanno bloccato e condotto all’interno dell’abitazione alla ricerca della cassaforte che però era stata portata via da tempo. In giardino poi è nata una colluttazione: tra le palme i rapinatori hanno esploso da qualche metro di distanza un colpo di pistola. A dare l’allarme è stato l’imprenditore che ha chiamato il fratello che subito ha contattato il 118. I ladri non hanno portato via nulla dalla villa.

(Servizio aggiornato alle 13,42)

Il generale Salvatore Favarolo

Il maggiore Enzo Marinelli

Il maggiore Enzo Marinelli e il maggiore Walter Fava

La finestra da cui sono entrati i malviventi

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X