Lube is all in
Batte Modena e vola in finale

VOLLEY A1 - I biancorossi, dopo aver eliminato gli emiliani ai quarti di Champions League, espugnano al tie break il Pala Panini in gara 4 della semifinale scudetto e guadagnano l'accesso alla serie che mette in palio il Tricolore
- caricamento letture
modena-lube-gara-4-scudetto-4-650x433

La Lube festeggia: batte Modena e vola in finale scudetto

 

modena-lube-gara-4-scudetto-6-275x400

Osmany Juantorena, mvp del match

 

Una Lube immensa batte al tie break l’Azimut Modena al Pala Panini in gara 4 della semifinale scudetto (15-25, 25-19, 22-25, 25-22, 10-15) e si guadagna la finale (la quarta per la società cuciniera) che mette in palio il titolo di Campione d’Italia. Dopo aver eliminato gli emiliani nei quarti di Champions League, gli uomini di Blengini si ripetono nei play off nazionali al termine di una sfida ricca di emozioni, portando a casa il passaggio del turno e arrivando alla fase conclusiva della stagione nella miglior modo possibile. Stankovic e compagni hanno infatti vinto la Coppa Italia, parteciperanno alla Final Four della massima competizione europea (in programma a Roma il 29 e 30 aprile, la Sir Safety Conad Perugia sarà l’avversario della semifinale) e si giocheranno lo scudetto contro la vincente della sfida fra Trento e Perugia (che verrà decisa sabato in gara 5) nella serie che prenderà il via a partire da martedì 25 aprile alle 18 all’Eurosuole Forum.

 

modena-lube-gara-4-scudetto-5-650x433

La gioia dei tifosi biancorossi al Pala Panini di Modena

 

modena-lube-gara-4-scudetto-2-325x217

Tsvetan Sokolov in azione

La partita- Primo set di assoluto dominio biancorosso. La squadra di Blengini sfodera sin da subito un cambio palla regolare (100% per Sokolov e Candellaro, per loro 4 punti a testa), mettendo ripetutamente in difficoltà Modena col proprio servizio. E con Modena che giostrata in regia da Orduna per le schiacciate si affida quasi esclusivamente a Petric e Ngapeth, ad esaltarsi è il muro-difesa dei marchigiani, che consente a Christenson di impostare agevoli contrattacchi cercando soprattutto Juantorena, che chiude il parziale con 7 punti e l’83% di positività sulle schiacciate. Il primo break, sul 7-5, è proprio dell’italo cubano, che poi pigia sull’acceleratore firmando la battuta vincente del 15-11. Massimo vantaggio Lube sul 21-15, quando Tubertini cambia l’alzatore inserendo Travica. Ma l’inerzia del set rimane invariata: chiude l’imperioso Juantorena con un muro su Vettori (25-15). Nel secondo parziale Modena rimette la sfida in equilibrio sistemando la propria ricezione e di conseguenza il cambio palla, con Ngapeth e Petric che restano le bocche di fuoco preferite da Orduna. Gara in perfetto equilibrio fino a quota 15, poi i padroni di casa scappano favoriti dai tanti errori dei cucinieri: ben 11, di cui 5 in attacco. Modena avanti 17-15 dopo un muro di Ngapeth su Juantorena, cui seguono un attacco out di Sokolov (18-15 per i gialloblu) ed un fallo in palleggio rilevato a Christenson (19-15). E’ la fuga decisiva, che si chiude con un muro su Sokolov che vale il 25-19 finale, quindi l’1-1.

modena-lube-gara-4-scudetto-1-325x367Solo 35% di efficacia in attacco per i cucinieri in questo set (47% per Modena, che ha in Vettori il suo miglior realizzatore: 4 punti, 67% in attacco), Lube che però riparte col piglio giusto nel parziale successivo. Che si gioca di nuovo sul filo dell’equilibrio, e sul 23-22 per capitan Stankovic e compagni viene deciso da un contrattacco vincente di Sokolov, che sfrutta la gran difesa di Candellaro siglando il break sul 24-22. Candellaro che dalla linea dei nove metri metterà in grande difficoltà la ricezione emiliana, consentendo a Juantorena (8 punti, 58% sulle schiacciate) di mettere a terra di prima intenzione la palla del 25-22. La riscossa di Modena porta la firma di Vettori, che nel quarto set trascina (insieme al solito Ngapeth) i suoi dopo il break conquistato con un suo contrattacco sul 14-12. Del martello francese il mani out che spedisce i canarini a +3 (21-18), poi è il citato Vettori a garantire ai modenesi il cambio palla che li conduce fino al tie break (25-22). E il quinto set (il terzo della serie), torna ad essere (come nel primo parziale) un monologo della Lube Civitanova, che affonda i padroni di casa sul turno al servizio del Mvp Juantorena (24 punti, 62% in attacco, 2 muri e 1 ace), in cui arrivano due muri di fila di Stankovic su Ngapeth (10-7), un attacco out di Vettori e la successiva invasione di Ngapeth, che valgono il 12-7 per la formazione marchigiana. Lanciata verso la finale.

Il tabellino:

AZIMUT MODENA – CUCINE LUBE CIVITANOVA 2-3 25-15 (23’), 19-25 (27’), 25-22 (30’), 22-25 (28’), 15-10 (18’).

AZIMUT MODENA: Petric 12, Orduna 1, Massari, Rossini (L), Ngapeth S. , Ngapeth E. 27, Le Roux, Piano 4, Holt 6, Travica, Onwuelo n.e., Vettori 20. All. Tubertini.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 23, Pesaresi, Kaliberda n.e., Juantorena 24, Casadei n.e., Stankovic 8, Kovar 14, Christenson 3, Cester n.e., Grebennikov (L), Corvetta n.e., Cebulj, Candellaro 11. All. Blengini.

ARBITRI: La Micela (TN) – Sobrero (SV).

NOTE: Modena bs 17, ace 1, muri 13, ricezione 38% (15% prf), attacco 52%, errori 5.Lube bs 18, ace 3, muri 12, ricezione 62% (41% prf), attacco 57%, errori 7.

modena-lube-gara-4-scudetto-3-650x433



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X