Sferisterio d’Oriente, Carlo Boccadoro e Cecilia Ligorio
presentano Shi(Si Faccia!)

MACERATA - Oggi alle 18, per gli incontri con gli autori all'Asilo Ricci, la scoperta della nuova commissione d'opera sulla vita di Padre Matteo Ricci
- caricamento letture
Carlo-Boccadoro-1-650x390

Carlo Boccadoro

 

Dopo aver indagato Turandot, Madama Butterfly e Aida con il prof. Pietro Mioli, l’associazione Amici dello Sferisterio ci fa a scoprire la nuova commissione d’opera sulla vita di Padre Matteo Ricci, composta da Carlo Boccadoro su libretto di Cecilia Ligorio. Shi (Si faccia) debutterà al teatro Lauro Rossi il 20 luglio, inaugurando la 53° edizione del Macerata Opera Festival. (repliche il 26 luglio, il 2 e il 9 agosto).

Saranno proprio il compositore e direttore Carlo Boccadoro e la librettista e regista Cecilia Ligorio a raccontare la genesi di questa nuova commissione d’opera all’Asilo Ricci, oggi (martedì ) alle 18. Il primo di origini maceratesi è un noto e apprezzato compositore contemporaneo, le cui opere sono state pubblicate da diverse case editrici. Autore di musica sinfonica e cameristica ha scritto nel corso della sua carriera musica per il teatro e affiancato all’attività di musicista anche quella di scrittore musicologo. E’, inoltre, tra i fondatori del progetto culturale “Sentieri selvaggi”, ensemble di musica contemporanea che da oltre un decennio è sulla scena musicale internazionale con diverse partecipazioni alle più prestigiose stagioni musicali italiane e straniere. La Ligorio, non di meno, è un’apprezzata regista, attrice e drammaturga. Il suo interesse costante è quello di creare un mondo di relazione semantica tra musica, teatro e danza. Nello specifico da il via alla sua carriera artistica nel 2005, e alla sua attività come regista ha abbinato quella di librettista.

Cecilia.Ligorio_ph-Tommaso.Le_.Pera_1-370x260

Cecilia Ligorio, foto di Tommaso Le Pera

I due hanno già collaborato insieme nella composizione di “Oltre La Porta”, soggetto basato sul Re Lear di Shakespeare e presentato in prima assoluta al Festival di Stresa nel 2016. L’associazione Amici Dello Sferisterio già lo scorso martedì aveva dato l’occasione al musicologo Piero Moli di guidare il pubblico maceratese “dal Nilo al Sol Levante”, narrando il viaggio drammaturgico di Verdi e Puccini all’epoca e nella moda dell’Esotismo (leggi l’articolo).

Lucia-Rosa

Lucia Rosa, presidente dell’associazione Amici Dello Sferisterio

“Ringraziamo il Macerata Opera Festival che ha accolto subito la nostra proposta di dedicare un appuntamento a questa novità assoluta – dichiara la presidente degli Amici dello Sferisterio Lucia Rosa. “Parlare nel 2017 di commissione d’opera può essere considerata una “eccentricità” e non si può non apprezzare il coraggio del nostro Festival che commissionando Shi conferma quanto l’opera lirica invece sia attuale e viva. Basti pensare che oltre la metà dei compositori delle opere rappresentate nel mondo negli ultimi anni sono viventi e nel quinquennio 2011/2016 sono state presentate al pubblico oltre 500 prime assolute. Lo Sferisterio non è nuovo a sperimentazioni artistiche di questo genere. Avere l’occasione di poter ascoltare direttamente dagli autori il racconto di questo percorso artistico è un’occasione da non perdere”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =