Due milioni di euro
per il Colle dell’Infinito

RECANATI - Parere favorevole al finanziamento da parte della conferenza unificata Stato-Regioni e dal Consiglio Superiore dei Beni Culturali. La deputata Irene Manzi: "Segno di un'attenzione significativa e frutto di un lavoro sinergico"
- caricamento letture

recanati-colle-dellinfinitoDue milioni di euro per la fruizione e valorizzazione del colle più famoso d’Italia. La conferenza unificata Stato-Regioni e il Consiglio Superiore dei Beni Culturali hanno dato parere favorevole agli interventi del Mibact al Parco del ‘Colle dell’Infinito’ sul Monte Tabor a Recanati. Un finanziamento di 2 milioni di euro che servirà a preservare il territorio da un punto di vista morfologico e paesaggistico. Centrali per questo investimento, la riqualificazione botanico-vegetazionale e interventi di natura idrogeologica e consolidativi del patrimonio storico architettonico. Inoltre, sarà reso maggiormente fruibile il colle leopardiano attraverso un’attenta pianificazione che riguarderà la realizzazione di percorsi con nuova cartellonistica, la messa a norma degli impianti di illuminazione e di videosorveglianza. Il sindaco Francesco Fiordomo commenta con soddisfazione: “La buona politica. Quella seria, quella degli impegni presi e mantenuti. Arriva una bellissima notizia. Il Governo interviene per il Colle dell’Infinito”

“L’inserimento del Colle dell’Infinito nel piano Grandi progetti culturali è segno di un’attenzione significativa del ministero dei Beni culturali rispetto alla nostra regione e dell’importanza di un lavoro comune tra le istituzioni”. Con queste parole Irene Manzi, parlamentare del Pd e componente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati, commenta la notizia. Un intervento, l’unico per la regione Marche, previsto all’interno di un piano complessivo di investimenti per 135  milioni per restauro e valorizzazione di musei e aree archeologiche, grandi biblioteche e archivi, poli e attrattori culturali.

Irene Manzi

Irene Manzi

“Dopo le sollecitazioni espresse a livello parlamentare sui rischi idrogeologici del Colle – prosegue la Manzi – l’incontro avuto all’inizio di quest’anno  con il ministro Franceschini ed il sindaco Fiordomo e la visita fatta dal ministro a Recanati lo scorso giugno, in pochi mesi si sono stanziate, grazie ad un lavoro sinergico tra istituzioni nazionali e locali, risorse certe e concrete per l’avvio del progetto per la riqualificazione del Colle che si accompagnano ai lavori per il recupero della Casa di Silvia, all”avvio dei progetti per il nuovo sistema museale e dell’accoglienza e l’inizio della collaborazione con il Comune di Visso per la valorizzazione dei manoscritti leopardiani . Progetti di qualità che accompagnano e rafforzano  la città leopardiana nel percorso verso la candidatura di Recanati a Capitale della cultura 2018, un obiettivo importante a cui puntare per mettere in campo un ulteriore progetto di sviluppo significativo per una provincia, come quella maceratese, messa duramente alla prova dalle conseguenze del sisma”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X