Commercio abusivo: arrivati i cartelli,
scattano le multe fino a 7mila euro

CIVITANOVA - I pannelli sono stati posizionati sul lungomare, meta di ambulanti senza autorizzazione. Le contravvenzioni andranno a chi vende e a chi acquista
- caricamento letture
cartelli anti abusivismo

I cartelli sul lungomare

cartelli anti abusivo

 

di Laura Boccanera

Cartelli contro il mercato abusivo, parte la campagna di informazione e le sanzioni per chi viene beccato ad acquistare dai venditori ambulanti illegali. Sono stati installati ieri, a Civitanova, i pannelli che avvertono gli acquirenti a non comprare nel mercato abusivo della contraffazione. Un fenomeno particolarmente evidente in città dove, soprattutto sul lungomare sud e durante il mercato del sabato, i venditori fanno affari con prodotti contraffatti. Una piaga che, nonostante i controlli,  sembra difficile da sconfiggere. Gli abusivi occupano tutte le sere il tratto di marciapiedi del lungomare Piermanni fino allo chalet Gigetta. Metri e metri di zona di passeggio che spesso rende difficile anche il camminare della gente. La nuova cartellonistica è una misura decisa in maniera congiunta tra il prefetto e i sindaci di Civitanova, Porto Recanati e Porto Potenza (leggi l’articolo). In città sono 6 i cartelli affissi, 3 sul lungomare sud e 3 sul lungomare nord. Il cartellone informa i cittadini delle sanzioni in cui si incorre in caso di acquisto di merce contraffatta che va da 100 euro a 7mila euro ed è tradotto in 3 lingue, inglese, francese e tedesco. In alto si legge: «Comprare il falso ti costa caro». Lo scopo, a detta del sindaco, non è però quello di fare cassa con le multe. «La funzione ovviamente è quella di informare che anche chi acquista commette un illecito amministrativo – dice Corvatta – che viene punito. Ora si sta riorganizzando il servizio interforze per effettuare i controlli e far rispettare la legge».

(foto Federico De Marco)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X