facebook twitter rss

Traffico internazionale di droga:
condanne a oltre 60 anni

SPACCIO - Dieci le persone imputate a vario titolo al tribunale di Macerata: il giudice ha deciso pene che vanno da 2 a 12 anni a seconda del coinvolgimento nelle attività criminose. La vicenda riguardava spedizioni di eroina dal Pakistan nella nosta provincia nascoste all'interno di borse etniche: in totale gli inquirenti avevano accertato un quantitativo di 24 chili
lunedì 29 Febbraio 2016 - Ore 17:47 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
43 Condivisioni
Massimiliano di Lucia, il procuratore Giovanni Giorgio e il Albini

Da sinistra: Il colonnello Massimiliano Di Lucia che comanda il Nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Ancona, il procuratore Giovanni Giorgio e il vice questore aggiunto Alessandro Albini, capo della Squadra mobile di Macerata

 

di Gianluca Ginella

Chili e chili di eroina inviati via posta dal Pakistan, condanne a oltre 60 anni, nel complesso, per le dieci persone che erano imputate, a vario titolo, in un processo che si è svolto con rito abbreviato al tribunale di Macerata. Multe per oltre 200mila euro.

Una delle borse conteneti eroina

Le borse contenenti eroina

Un traffico internazionale di eroina di qualità purissima era stato stroncato dalle indagini condotte dalla Squadra mobile di Macerata e dal Gico della Guardia di Finanza, coordinate dalla procura di Macerata. Un’indagine complessa che ha consentito agli investigatori di ricostruire il percorso di pacchi che contenevano la droga nascosti in borse etniche. Il primo ingente sequestro era stato all’ufficio postale di Corridonia quando il 27 giugno dell’anno scorso gli uomini della Mobile hanno fermato due italiani, marito e moglie, Maurizio Paggi, 38 anni, di Corridonia, e Cristiana Tognetti, 37 anni, di Macerata che erano andati a ritirare il pacco. All’interno i poliziotti hanno trovato 5 chili di eroina con un grado di purezza che variava tra il 56% e il 72% e che avrebbe consentito di ricavare 141mila dosi. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti dietro alla spedizione c’era li pakistano Shoaib Ullah, 31 anni. Secondo l’accusa, sostenuta dal pm Claudio Rastrelli, l’uomo si sarebbe accordato con Paggi (che poi aveva coinvolto anche la moglie) per ritirare pacchi di eroina dal Pakistan. Questo in cambio di somme che oscillavano tra le 700 e le 800 euro a spedizione e alla cessione di non meno di 30-40 grammi di eroina. Tra l’ottobre del 2014 e il giugno del 2015 Tognetti e Paggi avrebbero effettuato 4 ritiri per un totale di 18 chili di eroina. Pacchi che poi, per quanto riguarda le prime due occasioni, erano stati consegnati a Ullah e ad un tunisino, il 39enne Walid Gharsellaoui, mentre il terzo pacco era stato poi ritirato da Ullah insieme al connazionale Zia Ur Rehman Khan, 33 anni. La quarta spedizione era invece stata intercettata dalla Squadra mobile di Macerata con l’arresto di marito e moglie. Ma le indagini erano proseguite e avevano portato ad un ulteriore sequestro di droga: questa volta a Civitanova.

Il pm Claudio Rastrelli

Il pm Claudio Rastrelli

Tra il 21 e il 22 luglio c’era stata la consegna di un pacco con all’interno 5,943 grammi lordi di droga (con principio attivo tra il 47 e il 68% per 135mila dosi) alla dominicana Belys Fautina Azcona, 42 anni. Secondo quanto accertato dagli investigatori Ullah si sarebbe accordato con la donna affinché ricevesse a casa sua il pacco e avvertisse il pakistano Walayat Khan, 51 anni, dell’arrivo. Quando la consegna è avvenuta, Ullah era andato a casa della donna, aveva preso il pacco e lo aveva lasciato nell’androne del condominio dove abita Azcona. Questo per timore di controlli. In seguito aveva incaricato altre due persone, il 46enne Gohar Zaman, pakistano, detto “zio Gohar” e il 24enne Mohsin Raza, anch’egli pakistano, di ritirare lo stupefacente. Ullah e Gohar avevano accompagnato in auto Raza a casa della dominicana. Raza aveva preso il pacco e lo aveva lasciato vicino ad un bidone dell’immondizia. Il giovane era stato fermato dagli uomini delle Fiamme gialle e arrestato insieme alla dominicana. Il pacco era stato sequestrato. Le indagini erano proseguite portando ad ulteriori cinque arresti (leggi l’articolo). Dieci ieri le persone imputate, oltre a quelle coinvolte nel ritiro dei pacchi anche il belga il Mohamed Charif Kamel, belga di 26 anni: accusato di aver ricevuto 160 grammi di eroina da Zia Ur Rehman Khan, questo tra il giugno e il luglio dello scorso anno.

L'avvocato Alessio Matarazzi

L’avvocato Alessio Matarazzi

Questa mattina si è svolto il processo con rito abbreviato. Il giudice Claudio Bonifazi ha condannato Ullah a 12 anni e 60mila euro di multa, Gharsellaoui, a 10 anni e 40mila euro, Zia Ur Rehman Khan a 10 anni e 40mila euro, Zaman a 9 anni e 4 mesi e 34mila euro, Walayat Khan a 4 anni e 16mila euro, Paggi a 4 anni e 20mila euro, Tognetti a 2 anni e 8 mesi e 12mila euro, Kamel a 3 anni e 14mila euro, Azcona a 2 anni e 8mila euro (pena sospesa), Raza a 4 anni e 14mila euro.

L'avvocato Domenico Biasco

L’avvocato Domenico Biasco

Condanne che ricalcano quanto chiesto dal pm Claudio Rastrelli che ha affiancato il procuratore Giovanni Giorgio nelle indagini. «Ringrazio il Gico di Ancona e la squadra mobile della questura di Macerata per l’ottimo lavoro investigativo svolto in collaborazione – dice il procuratore –, che ha portato al sequestro e alla confisca di un notevole quantitativo di sostanza stupefacente ed a severe condanne nei confronti dei responsabili dell’attività di spaccio, arrivate pochi mesi dopo l’arresto degli stessi. In tal modo si è giunti in tempi ragionevoli alla definizione del giudizio secondo quelli che sono i miei personali auspici organizzativi». Gli imputati erano difesi dagli avvocati Domenico Biasco, Alessio Matarazzi, Vando Scheggia, Giancarlo Giulianelli, Jacopo Allegri, Marielvia Valeri e Raffaella Cesari.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X