Sacci, slittano concordato e acquisizione

CASTELRAIMONDO - Rinviata al 21 marzo l'udienza per il voto dei creditori sulla proposta presentata da Cementir Italia di Caltagirone
- caricamento letture
Il cementificio Sacci

Il cementificio Sacci

di Monia Orazi

È stata rinviata al  21 marzo, dal tribunale di Roma l’udienza per il voto dei creditori Sacci, sulla proposta di acquisto presentata da Cementir Italia di Caltagirone, inizialmente prevista per il 18 gennaio. A darne notizia è stato lo stesso gruppo cementiero. Nel corso dell’udienza, il piano concordatario presentato da Sacci, sarà sottoposto al vaglio dei 18 creditori, se tutti daranno l’assenso, l’accordo dovrà obbligatoriamente essere sottoposto all’omologazione del tribunale di Roma ed al via libera dell’Antitrust. L’offerta di acquisto da parte della multinazionale della famiglia Caltagirone, era stata presentata lo scorso 26 novembre, come parte integrante del piano concordatario, per soddisfare i creditori Sacci, che ha un’esposizione finanziaria di circa 400 milioni di euro. L’offerta vincolante d’acquisto per il ramo d’azienda di produzione di calcestruzzo e cemento e del settore trasporti, presentava un importo complessivo di 125 milioni di euro, da pagare in parte subito ed il resto al termine della procedura. Cementir ha strappato l’offerta di acquisto al gruppo piemontese Buzzi Unicem, che a dicembre aveva rilanciato sino a 110 milioni di euro, dopo che la prima offerta di acquisto era stata bocciata a maggio 2015 dal voto contrario di uno dei creditori. Slitta ancora dunque l’acquisto definitivo del gruppo Sacci, con i dipendenti del cementificio di Castelraimondo, che da mesi sono in cassa integrazione straordinaria ed auspicano di avere al più presto la prospettiva di una ripresa produttiva ed occupazionale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X