Creme negate al piccolo Simone
Chiesto intervento urgente
del ministro Lorenzin

MACERATA - L'onorevole Lodolini ha presentato un'interrogazione firmata anche da Irene Manzi sul caso del piccolo maceratese che ha bisogno del trattamento per curare le ustioni al viso. Interessamento anche del governatore Ceriscioli e del direttore dell'Area vasta 3 Maccioni
- caricamento letture
Simone con il suo idolo Spiderman

Simone con il suo idolo Spiderman

 

La vicenda del piccolo Simone Storani e delle creme negate finisce in Parlamento all’attenzione del Ministro della Sanità.
Su iniziativa dell’onorevole Emanuele Lodolini è stata presentata un’interrogazione parlamentare urgente rivolta al Ministro della Sanità Beatrice Lorenzin, sottoscritta dalle parlamentari Pd Daniela Sbrollini (vice presidente commissione Sanità) e dalla maceratese Irene Manzi, su Simone Storani, 5 anni, che non ha diritto al rimborso delle creme medicinali per il viso che deve necessariamente usare (leggi l’articolo).

 

 

Il ministro della Sanità Beatrice Lorenzin

Il ministro della Sanità Beatrice Lorenzin

Nell’interrogazione i parlamentari chiedono se il ministro sia a conoscenza della situazione e quali urgenti azioni intenda assumere per aiutare la famiglia del piccolo Simone che rimase gravemente ustionato in un incidente domestico tre anni fa quando gli cadde addosso dell’acqua bollente. Numerosi gli interventi già effettuati, un lento calvario fatto di operazioni e spostamenti in Germania dove verrà nuovamente operato il prossimo 17 dicembre. Il bambino ha dovuto indossare una maschera speciale per diminuire le cicatrici, non rinunciando a tutte le attività che un bambino intelligente e sveglio come lui vuole fare. Il bimbo ha bisogno assoluto del trattamento che costa alla sua famiglia 1400 euro al mese. Le applica tre volte al giorno per il recupero del punto di vista cutaneo.
Nei giorni scorsi si sono mossi anche i vertici dell’Asur. Il direttore dell’Area Vasta 3, Alessandro Maccioni  ha contattato Tiziana Bardi, mamma di Simone,  e si è impegnato per cercare una soluzione alla questione delle creme non concesse dal sistema sanitario. Della questione si è interessato anche il governatore Luca Ceriscioli.
Intanto in molti si stanno muovendo per promuovere iniziative di raccolta fondi. Tra gli altri il noto duo comico Lando e Dino che con la collaborazione di Marco Moscatelli e Chiara Nadenich stanno organizzando una cena spettacolo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X