Macerata incorona Re Magi

MACERATESE IN LEGA PRO - Ritratto dell'allenatore portato in trionfo dalla città. I tifosi si ispirano al suo nome e al suo cognome per rimodellare piazza Garibaldi e i pupi del nuovo orologio. (La magica domenica dell'Helvia Recina e la festa in piazza nelle gallerie fotografiche di Andrea Del Brutto e Lucrezia Benfatto)
- caricamento letture
L'immagine di mister Magi nei tre re magi che girano nel nuovo orologio di piazza della Libertà

L’immagine di mister Magi nei tre re magi che girano nel nuovo orologio di piazza della Libertà (fotomontaggio Cronache Maceratesi)

 

Mister Magi e Mariella Tardella durante la festa in piazza della Libertà  per la promozione della Maceratese

Mister Magi e Mariella Tardella durante la festa in piazza della Libertà per la promozione della Maceratese

 

di Andrea Busiello

Un condottiero magnifico. Giuseppe Magi, 44 anni, è stato uno dei protagonisti assoluti della promozione in Lega Pro della Maceratese. L’allenatore arrivato in estate dalla Vis Pesaro è diventato l’idolo della tifoseria e della città tanto che nella torre dell’orologio in piazza della Libertà i supporter biancorossi hanno ribattezzato l’uscita dei tre re magi come l’uscita del Re Magi. I tifosi biancorossi scherzosamente hanno anche ribattezzato piazza Giuseppe Magi l’attuale piazza Giuseppe Garibaldi. Con il suo 4-3-3 votato all’attacco il tecnico ha dimostrato tutto il suo valore, giocando un calcio sempre propositivo con palla a terra e non avendo mai paura di nessun avversario. Altra qualità che va attribuita al tecnico pesarese è quella di saper valorizzare al meglio i giovani a propria disposizione. La vittoria di questo campionato della Maceratese è passata anche per il rendimento eccezionale dei suoi under: Cordova, D’Alessio e De Grazia hanno dimostrato di avere qualità tecnico-fisiche di spessore e la società sa già che deve ripartire da questi ragazzi per il prossimo anno.

I tifosi "trasfromano" piazza Giuseppe Garibaldi in piazza GIuseppe Magi

I tifosi “trasfromano” piazza Giuseppe Garibaldi in piazza GIuseppe Magi

Mister Magi osannato dai tifosi

Mister Magi osannato dai tifosi

Trentatre partite senza mai perdere, unica squadra in Italia a riuscire in questa impresa dalla serie A alla serie D, sono un dato che non ammette repliche: stagione memorabile. Costruire un gruppo così compatto e coeso non è una cosa facile. Va dato atto al mister di aver messo in campo sempre i giocatori in condizioni migliori, senza mai farsi condizionare dal curriculum. L’emblema di ciò è la presenza praticamente costante in mediana, talvolta dall’inizio mentre in altre circostanze a partita in corso, di Lorenzo Perfetti: il motorino del centrocampo della Maceratese ha giocato tantissimo, dimostrando sempre tutto il proprio valore e il mister non si è mai fatto scrupolo di lasciare a riposo altri giocatori dal blasone maggiore.

Mister Magi portato in trionfo dai tifosi

Mister Magi portato in trionfo dai tifosi

Mister Beppe Magi con il sindaco  Romano Carancini

Mister Beppe Magi con il sindaco Romano Carancini

Per vincere ci vogliono tutte le componenti tecniche e atletiche ma anche un pizzico di fortuna. Buona sorte che non è mancata alla Maceratese di questa stagione: i biancorossi sono riusciti ad avere quasi sempre l’intero organico a disposizione, non si sono registrati infortuni lunghi (ottimo il lavoro dei preparatori atletici) tanto da costringere la società a intervenire sul mercato o ragionare di utilizzare un altro modo di gioco. Fortuna e bravura si mescolano nella gestione dei portieri: affidare il numero uno a un giovane poco meno che ventenne è un rischio grande. Mister Magi se l’è preso sin dall’inizio della stagione e Fatone e Saitta hanno dimostranto che la scelta operata dal tecnico era saggia. Insomma, una stagione con la esse maiuscola condotta da un allenatore in gamba destinato a fare carriera tra i professionisti. Per ora a Macerata sperano che il primo anno tra i professionisti Magi lo possa fare alla Maceratese. Oggi è presto, magari già tra una settimana a questo quesito si potrà avere una risposta certa.

In basso la galleria fotografica di Andrea Del Brutto con le immagini del trionfo di ieri all’Helvia Recina:

[slideshow_deploy id=’652607′]

 

 

La galleria fotografica di Lucrezia Benfatto sui festeggiamenti in piazza della Libertà:

[slideshow_deploy id=’652332′]

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =