“Quattro milioni dal Ministero
per la difesa della costa”

Lo annuncia l'assessore regionale Paola Giorgi per il tratto Porto Recanati – Potenza Picena: "Vanno ad aggiungersi agli altri 4 milioni stanziati da Rfi. Con la programmazione seria, arrivano i risultati per tutelare il centro abitato e la linea ferroviaria”
- caricamento letture
Paola Giorgi

Paola Giorgi

«Quando si fa seria programmazione, i risultati arrivano. Il Provveditore dell’Italia Centrale Lucia Conti, mi ha confermato oggi lo stanziamento, da parte del ministero per le Infrastrutture e Trasporti, di 4 milioni di euro per il progetto di difesa della costa, dal fiume Potenza al fosso Pilocco, nei Comuni di Porto Recanati e Potenza Picena; stanziamento che si va ad aggiungere agli ulteriori 4 milioni di euro che metterà in campo Rfi, frutto dell’Accordo sottoscritto da Regione Marche e la Rete Ferroviaria Italiana stessa». Lo comunica l’assessore alla Difesa della Costa, Paola Giorgi. «Per una delle zone più colpite dall’erosione costiera, negli ultimi mesi, l’assessorato ha messo in campo una strategia di azione su più livelli, tutti arrivati a destinazione e che ci permette oggi di avere tutti gli strumenti, sia di pianificazione che economici, per un intervento definitivo – continua l’assessore – Innanzitutto la scelta di mettere in campo una variante al Piano che ha agito nelle zone dove il problema erosione ha carattere assolutamente di emergenza , quindi anche nei litorali adiacenti Porto Recanati e Potenza Picena, prevedendo interventi con barriere rigide (scogliere o pennelli) prima non previste. Già questa nuova pianificazione contempla interventi comuni di difesa costiera con Rete Ferroviaria Italiana: abbiamo lavorato per individuare punti di intervento comuni e modalità di collaborazione in tutta la tratta costiera marchigiana, caratterizzata dalla presenza, in larga parte, dell’infrastruttura ferroviaria. Il lavoro si è concretizzato nell’Accordo sottoscritto tra Regione Marche e Rfi nei giorni scorsi.

In momenti di difficoltà come questa, quando le risorse territoriali scarseggiano, occorre avere la capacità di reperire risorse fresche e cogliere o creare opportunità di nuovi finanziamenti: questo quanto accaduto in merito all’intervento. La Regione ha da subito lavorato a un progetto di massima che ha aderito perfettamente alla richiesta ministeriale di avanzare progettualità in merito a interventi urgenti. Il nostro progetto è stato quindi positivamente accolto dal Provveditore Interregionale per le Opere Pubbliche Toscana Marche Umbria Lucia Conti. Il progetto, ampio, è il completamento dell’intervento di ripascimento in corso di attuazione a Lido delle Nazioni, inserito nell’accordo di Programma con il Ministero dell’ Ambiente e Regione Marche ed interamente finanziato per  4,2 milioni di euro che, dopo un doloso rallentamento, vedrà una ripartenza con una nuova convenzione tra Regione Marche, che avrà il ruolo di collaudatore dell’intervento e il Provveditorato che svolgerà il ruolo di Rup e Direzione dei Lavori».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X