Bando per la presidenza del Paolo Ricci
Vince Civitanova: “Dubbia legittimità”

POLITICA - Il gruppo di opposizione contesta l'abbassamento dei requisiti e attacca: "Vogliono far fuori l'attuale direttrice"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

vince civitanova

Modifica dello statuto per la direzione del Paolo Ricci, Vince Civitanova denuncia l’abbassamento dei requisiti per il bando. Secondo la lista civica di destra lo scorso ottobre il cda dell’Asp Paolo Ricci avrebbe modificato lo statuto per ridurre le competenze necessarie alla selezione del direttore generale e far fuori l’attuale direttrice nominata dal centrodestra. “si riduce l’esperienza necessaria in strutture simili da 5 a 3 anni – si legge in un comunicato di Vince Civitanova – si cancella il requisito della laurea, ma soprattutto si elimina il concetto fondamentale della ricerca prioritaria all’interno dell’ente. Tutto questo per poter ridurre le qualifiche necessarie ad ambire alla Direzione Generale e cercare di mettere fuori gioco la Direttrice che fino ad oggi ha condotto la ASP, da una situazione economica disperata, ad una gestione florida, seria, supportata da 17 anni di presidenti espressione del centrodestra”. A dimostrazione delle proprie supposizioni la lista civica di minoranza riporta anche una lettera raccomandata della Regione a firma del dirigente Renato Scuterini al presidente dell’Asp nella quale la modifica dello statuto presenta “aspetti di dubbia legittimità” e ribadisce che “il requisito del diploma di laurea costituisce un requisito essenziale per l’accesso alle qualifiche dirigenziali di tutte le pubbliche amministrazioni”. “Una sonora lezione di legalità e buona gestione a fronte della inopportuna, disattenta , disinformata proposta capeggiata dal Presidente Sergio Andrenacci, il cui continuo fronteggiarsi con approssimazione e senza le necessarie qualifiche con la Direttrice, non ha fatto fare all’Ente i progressi che sono stati la costante dei 17 anni di gestione passata, Dopo tale situazione, riteniamo che il presidente Andrenacci debba dimettersi e l’Amministrazione nominare una persona con più attenzione e competenza”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X