Un emporio dell’usato
per aiutare i più poveri

SAN SEVERINO - Si potrà trovare di tutto, dai mobili ai piccoli elettrodomestici: l'iniziativa destinata alle famiglie in difficoltà a cui verrà chiesto il pagamento di un prezzo simbolico
- caricamento letture
L'inaugurazione dell'emporio

L’inaugurazione dell’emporio

Le cose usate, quelle che magari si è lì lì per gettare o che sono state dimenticate in soffitta, in garage o in qualche cassetto hanno un’anima e un valore, specie in tempo di crisi. E proprio questi oggetti sono destinati agli scaffali di un particolare emporio creato questo inverno a San Severino. L’idea è del Comune e della Caritas. I locali dell’emporio si trovano in viale Bigioli e sono stati inaugurati alla vigilia di Natale. L’idea dell’emporio del riuso è semplice: vengono messi a disposizione, ad un prezzo simbolico, gli oggetti portati dalle famiglie che possono essere lasciati alla Caritas. Infanzia, mobili, elettrodomestici, oggetti per la casa un po’ di tutto e destinato, esclusivamente alla famiglie in difficoltà economiche. Due i giorni in cui sarà aperto l’emporio: il sabato mattina, dalle 10 alle 12, e il martedì 17 alle 19.

L'emporio del riuso

L’emporio del riuso

Per gli oggetti più importanti, come mobili e altro, si possono prendere accordi con la Caritas (0733 649293) anche per il ritiro a domicilio. Alcuni volontari provvedono poi al recupero degli oggetti che hanno bisogno di piccoli interventi e riparazioni. “Il recupero e il riuso – spiega il sindaco Cesare Martini – sono forme di aiuto. L’emporio Caritas, che abbiamo inaugurato è un’ulteriore risposta concreta a chi si trova spesso in situazioni di povertà estrema. Tutti possono dare una mano a queste persone perché chiunque di noi ha in garage o in soffitta oggetti che possono tornare utili ad altri. Inoltre il progetto diventa un importante gesto di sensibilizzazione per ripensare le modalità di consumo delle comunità ed il loro rapporto con le cose”.

Emporio Riuso San Severino interno“E’ sempre più importante diffondere la cultura del riciclo e del recupero dell’esistente affinché materiali di ogni genere possano trovare nuova vita soprattutto in un momento di crisi economica” dice l’assessore ai Servizi sociali, Vincenzo Felicioli.

(Gian. Gin.)

 

 

 

 

Emporio Riuso San Severino interno 2



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X