Daniel Kouko, l’erede di Melchiorri
“Maceratese, sogno i professionisti
con questa maglia”

L'INTERVISTA - L'esterno ivoriano: "Questo è l'anno buono per fare il salto, per la vittoria finale ce la giocheremo con Civitanovese, Fano e Samb". Biancorossi domenica in campo ad Agnone: "Ci aspetta una gara molto insidiosa"
- caricamento letture
Daniel Kouko

Daniel Kouko

di Andrea Busiello

A tenere banco in casa Maceratese è sempre il mercato con il ds Gagliardini impegnato alla ricerca del possibile centravanti ma la società potrebbe anche decidere di andare avanti così. Di sicuro non arriverà nessuno prima della gara di Agnone. Dopo la bella vittoria contro la Samb (leggi l’articolo), i biancorossi per passare il Natale in vetta alla classifica domenica in Molise dovanno fare bottino pieno. Uno dei migliori in questo girone d’andata è stato l’ivoriano Daniel Kouko, autore di sette gol in campionato e tante partite giocate sopra la media. E’ proprio l’attaccante classe 1989  ex Fiesole, Città di Castello e Scandicci a parlare a 360° del momento che si vive in casa Maceratese.

Si aspettava una Maceratese al primo posto a due giornate dal giro di boa?

“No, all’inizio dell’anno non pensavo a questa posizione ma per come abbiamo giocato ce lo meritiamo. La strada da fare è tanta ma sono convinto che abbiamo le potenzialità per rimanere in alto fino alla fine”.

Per come si muove in campo somiglia a Melchiorri e anche lei sta facendo breccia nel cuore dei tifosi…

“Sono contento di questo paragone ma lui è forte forte, io posso dire che me la cavo. Ho visto alcuni suoi gol in serie B e sarei contentissimo di continuare così e far gioire i nostri tifosi”.

La tifoseria della Maceratese

La tifoseria della Maceratese

E’ giovane e non ha mai giocato nei professionisti: con la maglia della Maceratese è arrivato il momento giusto?

“Si, questo è l’anno buono. Poi il calcio è strano e può succedere di tutto ma le premesse per vincere il campionato ci sono tutte. Arrivare tra i professionisti per me sarebbe coronare un sogno e spero di poterlo fare con la maglia della Maceratese”.

L’Agnonese ha perso quattro partite su sette in casa. Si prospetta una domenica felice?

“Giocheremo in un campo piccolo contro una squadra che farà di tutto per fermare la capolista. Noi dovremo essere molto attenti e non abbassare la guardia e giocare dal primo all’ultimo minuto con l’intensità giusta e la cattiveria necessaria per portare a casa il risultato pieno. Sono convinto che ci aspetta una gara molto insidiosa”.

Sarà lotta a due con la Civitanovese per la vittoria del campionato?

“Non credo. Vedo molto bene anche il Fano, inoltre penso che la Samb non mollerà fino alla fine. Noi ci crediamo, per vincere il campionato dovremo giocare sempre al massimo”.

Federico Melchiorri con la maglia della Maceratese

Federico Melchiorri con la maglia della Maceratese



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X