Maria Grazia Cucinotta madrina Copagri
Tre giorni di “Agricoltura in festa”

L'attrice testimonial della manifestazione che si svolgerà dal 24 al 26 ottobre all'Abbadia di Fiastra e al Castello della Rancia. All'interno della quinta edizione del festival dell'associazione degli agricoltori anche la kermesse nazionale della Birra Agricola e la mostra mercato Tipico Marche. Ci sarà anche il ministro dell'Agricoltura Maurizio Martina
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
COPAGRI ROMA 0

La presentazione a Roma con Maria Grazia Cucinotta (Clicca sull’immagine per guardare il video)

feta agricoltura (4)

Andrea Passacantando, Giovanni Bernardini e Leonardo Del Carpio presentano “Agricoltura in Festa”

di Claudio Ricci

GUARDA IL VIDEO

Per la quinta festa nazionale Copagri torna a scegliere il maceratese e le sue eccellenze,a partire dalle location. Dal 24 al 26 ottobre Abbadia di Fiastra e Castello della Rancia ospiteranno per il quarto anno consecutivo “Agricoltura in festa, il 4° festival nazionale della Birra Agricola e la 10° mostra mercato dei prodotti tipici “Tipicomarche”.  Tre giorni all’insegna di prodotti tipici e tutela dell’agricoltura e dell’agricoltore come custode delle tradizioni e del patrimonio paesaggistico nazionale. Si parte venerdì 24 al Castello della Rancia alle 17.30 con la tavola rotonda, moderata dal giornalista del Tg1 Attilio Romita, “Verso Expo 2015. Il valore dell’agroalimentare made in Italy nell’internazionalizzazione” alla presenza del Ministro delle Politiche Agricole, Maurizio Martina. A deliziare il talk show moderato dal giornalista Rai Attilio Romita sarà l’attrice Maria Grazia Cucinotta, testimonial del made in Italy nel mondo che ieri a Roma ha presentato l’evento insieme all’assessore regionale Maura Malaspina. «Le passate edizioni hanno riscosso molto successo a livello nazionale e così anche per quest’anno siamo ancora in provincia di Macerata – commenta il presidente regionale di Copagri, Giovanni Bernardini – Continua poi l’ascesa della birra agricola ed è con soddisfazione che registriamo un numero crescente di operatori che si avvicinano al mondo agricolo, grazie a questa produzione»

feta agricoltura (1)In effetti all’ Abbadia di Fiastra saranno oltre venti i birrifici che proporranno circa 50 tipi di birra direttamente ai consumatori, in una filiera all’insegna della tracciabilità e della conoscenza dei prodotti. Più di 50 invece i produttori che esporranno le proprie eccellenze alimentari e non solo. «Con questo evento – spiega Andrea Passacantando –  vogliamo promuovere non solo i prodotti agricoli ma anche le tradizioni l’enogastronomia, la storia e l’arte di tutto il territorio. Possiamo farlo grazie all’agricoltura, settore che in questi anni di crisi non solo ha tenuto ma ha registrato un incremento in termini di occupazione e numero di imprese con un sensibile d’interesse anche da parte di scuole e università. Con questa manifestazione vogliamo ribadire che oggi occorre essere prima coltivatori del territorio, prima che della terra».

Leonardo del Carpio, organizzatore del festival Copagri

Leonardo del Carpio, organizzatore del festival Copagri

La tre giorni si snoderà poi attraverso appuntamenti col gusto, curati dallo stand gastronomico che servirà prodotti e piatti rigorosamente appartenenti alla tradizione , laboratori ispirati agli antichi mestieri della civiltà contadina e dibattiti sulle novità produttive. Prime su tutte le opportunità crescenti nella coltivazione del bambù e  della canapa. Canapa che sarà al centro del percorso “Canapa con Gusto” , sabato alle 17 all’Abbadia. «Non mancheranno i momenti di riflessione sul quadro normativo – specifica l’organizzatore Leonardo del Carpio – Sabato alle 10 alla sala congressi dell’Abbadia si parlerà di Pac e dell’attuazione che il piano attuativo della politiche agricole europee comporta per le imprese. Alle 15:30 si affronterà invece un altro tema scottante troppo spesso trascurato, quello della sicurezza dell’agricoltore nell’ambiente di lavoro. Altro momento fondamentale per lo sviluppo della normativa , quello di domenica alle 17:30, con il consigliere Luca Marconi, firmatario in regione della proposta di legge “L’agricoltore come custode del territorio e delle tradizioni rurali”. A questo si alterneranno momenti di intrattenimento che i birrofili sapranno apprezzare. Sabato sera, infatti dopo le degustazioni in purezza guidate dal delegato dell’associazione italiana sommelier, Cesare Lapadula, spazio alla musica dei  Tune Up, formazione consacrata alle atmosfere sonore della tradizione irlandese e anglo- americane.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X