Referendum contro l’austerità
Nasce il comitato per la raccolta firme

MACERATA - Incontro costitutivo alla Cgil con i rappresentanti dei consumatori contro il principio del pareggio di bilancio
- caricamento letture

 

Il comitato per il referendum contro l'austerità

Il comitato per il referendum contro l’austerità

Stop Austerità: parte la raccolta anche a Macerata delle firme per i quattro quesiti referendari che si prefiggono di abrogare alcuni passaggi della legge 243 del 2012, attuativa del principio costituzionale del pareggio di bilancio. Si è tenuto stamane l’incontro costitutivo del comitato territoriale che coordinerà, nella provincia di Macerata, la campagna di raccolta delle firme.

All’ incontro costitutivo hanno partecipato, oltre a Rosella Castellano, membro del Comitato promotore nazionale, Antonio Marcucci per la Cgil, Matteo Petracci per l’Arci, Renato Lapponi per le Acli provinciali, Cristiana Tullio per Federconsumatori-Sunia, Romeo Renis Consigliere comunale del Pd di Macerata, Roberto Acquaroli per Sel, Sabrina Spalletti per il Silp, Stefano Perri membro del Comitato di sostegno del Referendum. Da domani la raccolta firme inizierà in tutta la Provincia, dove si potrà firmare nei Comuni di residenza o nei banchetti che saranno allestiti a partire da sabato prossimo 19 luglio a Macerata, San Severino, Tolentino, Civitanova e Recanati. “Il referendum – spiegano i promotori – intende ridare la parola al popolo sovrano per dire stop all’austerità in Italia e in Europa e per inaugurare una nuova stagione di politiche economiche che superino quelle dell’ottuso rigore, all’insegna della crescita, del lavoro e della piena occupazione”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X