La Lube scherza col fuoco
Verona sfiora il colpaccio

VOLLEY A1 - Al Fontescodella i biancorossi vincono 3-2 gara 1 dei quarti play off, dopo esser andati sullo 0-2. Gli scaligeri hanno avuto un match point nel quarto set per vincere la partita. Zaytsev e Parodi i migliori in campo
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Lube-Verona (1)di Andrea Busiello

Tutto è bene quel che finisce bene. Ma per la Lube c’è ben poco da sorridere e festeggiare. La formazione allenata da Giuliani vince gara 1 dei quarti play off contro Verona dopo esser stata sotto 0-2, 10-12 nel terzo e aver annullato un match point nel corso del quarto set. Il 3-2 maturato al Fontescodella (22-25, 21-25, 25-19, 27-25, 15-9) non è certo il miglior viatico per arrivare alla finale Scudetto e cercare di vincere il tricolore. In una giornata grigia un pò per tutti, è il solito Ivan Zaytsev ad ergersi assoluto protagonista e con i suoi 28 punti ha contribuito in maniera decisiva alla vittoria della Lube. Ora la Lube dovrà subito archiviare questa sfida e pensare alla prossima: domenica a Verona (alle 20.30) è in programma infatti la gara 2 dei qaurti con la formazione di Giuliani che ci arriva decisamente più serena.

LA CRONACA – Lube che si schiera con il sestetto annunciato Baranowicz-Zaytsev, Kurek-Kovar, Podrascanin-Stankovic e Henno libero. Verona si affida a Gasparini per provare il colpaccio. L’inizio di match è traumatico per la Lube con The Horst a bersaglio per il 15-9 in favore degli scaligeri. Lube-Verona (2)

La bella pipe di White permette a Verona di rimanere in una posizione tranquilla (20-16) e il colpo finale di Ter Horst permette agli scaligeri di vincere il primo set 25-22. L’inizio di secondo set premia la Calzedonia, con White a bersaglio per il 7-5. Due errori consecutivi di Kovar, Verona allunga sull’11-7. La Lube sbaglia di tutto e Verona allunga sul 16-9. Probabilmente il parziale più brutto dell’anno biancorosso: Gasparini a bersaglio per il 21-12 tra lo sconforto e l’incredulità del pubblico del Fontescodella. Nonostante una clamorosa rimonta della Lube (parziale di 8-0 sul servizio di Parodi), Verona vince il parziale 25-21 con il punto finale di Gasparini. Inizio di terzo set sul filo dell’equilibrio ma la Lube è fuori di se e Verona ne approfitta: Ter Horst a segno per il 12-10. A ristabilire la parità a quota 16 ci pensa l’ace di Jiri Kovar e poi per i biancorossi il parziale si mette in discesa grazie ad un prezioso turno di servizio di Kovar: è di Parodi l’ultimo punto per il 25-19 in favore della Lube. Nel quarto set è il colpo di Gasparini a portare Verona avanti 7-5 ma i locali sfruttano una serie di errori dei ragazzi di Giani tanto che Parodi va a segno per il 13-11. Il set rimane equilibrato più per demerito della Lube che per merito di Verona: il fallo di Stankovic vale il 16-16. Il finale di set è entusiasmante con la Lube che annulla un match point (errore al servizio di White sul 23-24) e alla fine riesce a chiudere 27-25 con l’attacco vincente di Kovar. Gara 1 dei quarti play off si deciderà al tie break. Il punto di Kovacevic porta Verona avanti 8-7 al cambio di campo nel set decisivo. Verona si perde nel momento clou e il muro vincente di Zaytsev chiude il set 15-9.

Lube-Verona (3)LE PAGELLE DI LUBE-VERONA

HENNO 5.5: E’ un pò la fotografia della Lube di stasera: alcuni errori e percentuali che non possono soddisfare
PARODI 7: Uno dei migliori insieme a Zaytsev: inizia la partita dalla panchina e la finisce con il premio di MVP.
ZAYTSEV 7: Salva la formazione biancorossa in una serata che poteva diventare tragica. 28 punti a referto con un ottimo 55% in attacco.
STANKOVIC 6: Giornata senza infamia e senza lode per il serbo.
KOVAR 5: Sette errori al servizio, ricezione sufficiente e attacco da rivedere. Giornata da cancellare per l’azzurro.
MONOPOLI 6: Gioca gran parte del match al posto di Baranowicz per scelta tecnica. Qualche errore lo commette ma va premiata la sua voglia di lottare su ogni pallone.
KUREK 5: Gioca solo nel primo set, dove ci si ricorda di lui per alcuni gravi errori in ricezione.
BARANOWICZ 6: Non è in una delle sue migliori giornate e lo si vede da subito ma l’ace messo a segno nel tie break è la testimonianza della grande caparbietà di questo ragazzo.
PODRASCANIN 6: Per lui 6 punti in una giornata non entusiasmante.

Lube 1

LUBE-VERONA, LE DICHIARAZIONI DEL DOPO PARTITA

ALBERTO GIULIANI: “Verona ci ha dato il benvenuto in questi play off, facendo una grande partita qua in casa nostra, senza pressioni e tirando al massimo il servizio. Mi aspettavo una partenza tesa della mia squadra, ma non così tanto come ho visto stasera. Nei primi due set non abbiamo praticamente giocato, ci siamo innervositi su alcuni palloni di contrattacco. Episodi che hanno portato nervosismo anche in ricezione, con la battuta float che ha mandato in difficoltà il nostro cambio palla. Voglio sottolineare, poi, la grande reazione della squadra, grazie alla partecipazione di tutta la rosa a mia disposizione: abbiamo posato un bel mattone per affrontare bene questa avventura nei play off. Dopo il secondo set ho detto ai ragazzi che bisognava crederci, pensando soprattutto alla nostra tecnica e alla tattica. E’ arrivata una vittoria preziosa, perché vale l’1-0 per noi”.

Lube-Verona (4)
SIMONE PARODI: “Dobbiamo prendere i lati positivi di questa serata, in questo periodo stiamo lavorando molto per affrontare al meglio questi play off. Magari in questo match non ci siamo espressi al massimo, ma abbiamo avuto davvero un grande carattere. Nei play off del campionato italiano tutte le squadre sono forti, Verona ha giocatori molto validi che possono metterci in difficoltà in qualsiasi momento. Stasera siamo riusciti ad uscire da un momento difficile, è stata una bella prova: siamo un grande gruppo, una grande squadra in una grande società. E, ovviamente, c’è stato anche un grande pubblico stasera. Ci sono tutte le condizioni per proseguire il percorso nei play off nel migliore dei modi. Va bene anche se soffriamo, portando però a casa la vittoria”.

HUBERT HENNO: “Eravamo partiti con il piede sbagliato stasera, per fortuna alla fine è arrivata la vittoria ed è quello che conta. Ora dovremo subito ricaricare le batterie e pensare a gara 2. Non mi sorprende la partita che ha disputato Verona perché, come avevo dichiarato, tutte le squadra giocano al massimo contro di noi. Dovremo cominciare il prossimo impegno con l’atteggiamento giusto e più concentrati. Oggi, comunque, abbiamo dimostrato di avere un gran carattere rimontando dallo 0-2. Ci aspetta una partita tosta da giocare a Verona, adesso dobbiamo esclusivamente pensare ad esprimerci al meglio in gara 2”.

Foto di Maurizio Spalvieri

Lube-Verona (5) Lube-Verona (6) Lube-Verona (7)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X