Mirella Franco: “Sulla Civita Park l’opposizione non può dare lezioni”

CIVITANOVA - Il segretario cittadino del Pd sottolinea come il progetto porti proprio la firma del centrodestra e come la nuova fiera e il centro commerciale videro la nascita sotto le precedenti amministrazioni
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Mirella_Franco

Il segretario del Pd civitanovese Mirella Franco

“Il mestiere dell’opposizione sembra essere diventato ormai quello di minacciare denunce alla Procura. Per l’ennesima volta, dal pulpito dell’ennesima conferenza stampa, il centrodestra evoca i magistrati nella vicenda della  Civita Park”. E’ il segretario del Pd Mirella Franco che risponde nei contenuti alle parole dell’opposizione che ieri ha lanciato una sorta di ultimatum sulla lottizzazione della nuova fiera e del Palas (leggi l’articolo) chiedendo di vedere le fideiussioni a garanzia delle opere pubbliche e la convenzione con la società firmata prima del rilascio della licenza commerciale per il nuovo colosso “Adriatico” la cui apertura è prevista per il 27 marzo (leggi l’articolo). La Franco sottolinea come il progetto della Civita Park porti proprio la firma del centrodestra e come la nuova fiera e il centro commerciale videro la nascita sotto le precedenti amministrazioni: “sono gli stessi politici che, almeno per coerenza con la loro gestione amministrativa, dovrebbero avere tutto l’interesse ad agire per vedere la realizzazione del polo commerciale, sportivo e fieristico – dichiara – che sarà una occasione di sviluppo per la città, come hanno sempre detto quando a palazzo Sforza c’erano loro. Ma, adesso è chiaro, preferiscono che tutto si fermi. E così, mentre l’amministrazione comunale è impegnata a risolvere questioni complicate, molte ricevute in eredità da chi oggi parla come se venisse da un altro pianeta e non avesse invece governato questa vicenda fino a un anno e mezzo fa, l’opposizione chiede quelle garanzie che non si è mai preoccupata di ottenere ai tempi in cui la lottizzazione nasceva. I personaggi che per anni hanno usato la Civita Park per i loro tornaconti elettorali, promettendo ad ogni giro di giostra la realizzazione della fiera, adesso indossano la toga e si ergono a tutori della legalità, loro che sul rispetto degli accordi e delle fidejussioni non possono proprio dare lezione a nessuno e gli atti che hanno lasciato in eredità lo dimostrano”.

(l.b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X