Confcommercio, Polacco
rassicura i dipendenti
Critiche al presidente Volpini

Il direttore regionale dell'associazione è stato incaricato dalla presidenza nazionale di monitorare la situazione maceratese
- caricamento letture

confcommercio(1)di Marco Ricci

Positivo ma non senza momenti di tensione l’incontro che si è tenuto a Macerata tra gli amministratori e i dipendenti di Confcommercio con Massimiliano Polacco, il direttore regionale dell’associazione incaricato dalla presidenza nazionale di monitorare la situazione maceratese. Se Polacco ha infatti dato un’ottima impressione ai presenti, qualche critica è arrivata direttamente o indirettamente al presidente Mario Volpini, sia da parte di alcuni dipendenti che di alcuni consiglieri. Polacco, durante il suo intervento, ha spiegato ai dipendenti il motivo del suo incarico e gli obiettivi di medio-lungo termine che l’associazione dovrebbe porsi, partendo dal dato di fatto che i conti di Confcommercio Macerata sono in pareggio. Dunque potenziamento dei servizi – secondo Polacco business ad alta potenzialità – ed esigenza che tutte le società collegate all’associazione abbiano in modo autonomo i propri bilanci in attivo. Parole d’ordine riorganizzare e rilanciare. Cominciando con quei contratti di solidarietà che molto probabilmente interesseranno i dipendenti e di cui si parlerà in settimana in un incontro con le rappresentanze sindacali.

MasMsimiliano Polacco, direttore generale di Confcommercio Marche

MasMsimiliano Polacco, direttore generale di Confcommercio Marche

Il delegato si prenderà del tempo per avere piena coscienza della situazione maceratese, vedendo e controllando. Una calata nella provincia che da quanto è emerso durante l’incontro non sarebbe esclusivamente dovuta alla mancanza, ormai protratta nel tempo, di un direttore. Ma frutto anche della  “valutazione di Roma”, ossia del rapporto sull’associazione provinciale da parte degli organismi nazionali che potrebbe contenere al suo interno punti di criticità.

Proprio la mancata trasmissione di questa valutazione agli organi di Confcommercio, che avrebbe stupito lo stesso Polacco, ha creato uno dei diversi momenti di frizione. Se in apertura di riunione proprio Volpini avrebbe elencato i passi avanti fatti da Confcommercio Macerata in questi anni, alcuni hanno poi parlato di eccessivo verticismo e di scarsa comunicazione delle decisioni. Tanto che durante l’incontro sarebbe emersa a più riprese una mancanza di fiducia da parte dei dipendenti verso alcuni dei vertici dell’associazione. Una frattura con la presidenza emersa in qualche modo durante l’intervento di due consiglieri, anche attraverso l’ironica proposta di “autodichiararsi incompetente pur di poter studiare con calma i bilanci” prima della loro approvazione. O di poter semplicemente avere visione dello statuto.

Confcommercio_presentazione_sapori_di_provincia_6(2)

Il presidente di Confcommercio, Mario Volpini

Una parte degli organismi di Confcommercio non si sentirebbe dunque  edotta di tutte le decisioni prese, arrivando a parlare del loro stesso “errore nell’aver troppo delegato” al presidente Volpini, pur riconoscendo il lavoro positivo da lui svolto in circa dieci anni.

E’ difficile pensare che in queste parole non abbia pesato anche la vicenda Coturfidi e il buco milionario che non sarebbe stato denunciato all’autorità giudiziaria. Una storia vecchia di circa quattro anni (leggi l’articolo) su cui Massimiliano Polacco si terrà lontano poiché riguarda un’altra società e non mette a rischio i conti di Confcommercio. Ma che indirettamente, per via di alcuni amministratori in comune, ha in parte offuscato l’immagine dell’associazione. Così nella riunione di oggi una consigliera “storica” avrebbe lamentato di non essere stata messa a conoscenza di quanto accaduto nella cooperativa, una vicenda  esterna all’associazione ma che rischia di coinvolgere a livello di immagine anche quegli amministratori di Confcommercio che nulla sanno e nulla hanno a che fare con Coturfidi. 

Una serie di critiche che, verso il termine dell’incontro, avrebbero spinto per un momento il presidente Volpini a parlare di un eventuale suo passo indietro, qualora necessario. Una situazione anche di tensione tale da sorpendere anche Massimiliano Polacco. Il quale in ogni caso ha tranquillizzato i dipendenti sia sui conti che sulle prospettive dell’associazione di categoria. A margine dell’incontro si è anche appreso che una consigliera di Confcommercio si è nei giorni scorsi dimessa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X