Rapinano la Bcc coltello in pugno
e scappano in scooter
con 15mila euro

PORTO RECANATI - I malviventi sarebbero italiani. I carabinieri li stanno cercando in tutta la zona. Nel pomeriggio ritrovato il motorino dei malviventi

- caricamento letture
La filiale rapinata (foto di Giorgio Borsini)

La filiale rapinata (foto di Giorgio Borsini)

Coltello da cucina in pugno rapinano la filiale di Porto Recanati della Banca di Credito Cooperativo. Poi fuggono in scooter lungo la statale. Bottino 15mila euro.

Sono le 12,30 di questa mattina quando un uomo con indosso un casco supera il bussolotto della Bcc di Porto Recanati, che si trova nel cuore della cittadina, in corso Matteotti. L’uomo appena entrato estrae un coltello da cucina e si mette ad urlare che quella è una rapina. Dice anche di aprire il bussolotto. Per far entrare anche il complice. Una volta entrato il secondo bandito – anche lui con il casco in testa -, uno dei rapinatori scavalcata il bancone e arraffa i soldi in cassa. Chiede anche di aprire la cassaforte. Ma gli impiegati non riescono a soddisfare la richiesta. Alla fine i banditi se ne vanno. Nel giro di tre minuti. E fuggono in sella ad uno scooter. Al momento della rapina in banca c’erano sei dipendenti e 7-8 clienti. I banditi sarebbero italiani. Uno di loro, il primo ad entrare e l’unico che ha parlato, aveva un forte accento del Nord Italia. I malviventi sono fuggiti in sella ad uno scooter Scarabeo di colore grigio scuro. Si sono diretti verso la Statale. Nel corso della fuga i banditi, inseguiti dai carabinieri di Porto Recanati, hanno avuto un incidente cadendo con lo scooter. In quel momento è esplosa la mazzetta civetta che ha macchiato di rosso parte delle banconote rapinate, rendendole inutilizzabili. E bruciando così parte dei 15mila euro di bottino. Sono in corso le ricerche dei banditi da parte dei carabinieri di Porto Recanati e del Nucleo operativo di Civitanova. Nel pomeriggio i carabinieri hanno ritrovato, a Porto Recanati, lo scooter usato dai malviventi. Il sospetto degli inquirenti è che i rapinatori siano persone della zona. Si tratterebbe di giovani sui trent’anni.

(Gian. Gin.)
(ultimo aggiornamento ore 19)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X